Magazine Informazione regionale

Ricerche offshore, il Tar boccia Comune e Regione

Creato il 01 febbraio 2018 da Crotone24news

Aggirato da Stato e Global Med il limite dei 750 mq che diventa “un divieto non divieto”.

Ricerche offshore, il Tar boccia Comune e RegioneLa Terza Sezione del Tar Lazio presieduta da Giampiero Lo Presti ha dichiarato in parte inammissibili, in parte irricevibili e in parte rigettati i ricorsi presentati da Comune di Crotone e dalla Regione Calabria per l'annullamento del decreto del Ministero dello Sviluppo Economico – Direzione Generale per la Sicurezza dell'Approvvigionamento e le Infrastrutture Energetiche, del 15/12/2016, con cui è stato rilasciato il permesso di ricerca di idrocarburi liquidi e gassosi convenzionalmente denominato «F.R 41.GM», nel Mar Ionio, zona marina “F” e tutti gli atti connessi, e del decreto del Ministero dello Sviluppo Economico – Direzione Generale per la Sicurezza dell'Approvvigionamento e le Infrastrutture Energetiche, del 15/12/2016, con cui è stato rilasciato il permesso di ricerca di idrocarburi liquidi e gassosi convenzionalmente denominato «F.R 42.GM» nel Mar Ionio, zona marina “F” e tutti gli atti connessi.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :