Magazine Cultura

Ricordando Gabriella Maleti

Da Met Sambiase @metsambiase

In amorevole memoria.

(c) Cartesensibili.
(c) Cartesensibili.

roberto maggiani- esperienza , gabriella maleti

gabriella esperienza

Gabriella non è solo fotografa, è amica, figlia, sorella. Ci si scambiano le paure…

“…Che posso dirti, sorella? Che pesto i piedi/ e dico no al cielo, alle promiscue nubi che mi rapiranno? / Vorrei chiudere definitamente gli occhi, ora, lasciare/ il mio cane, le mie erbe, ora, con la tua mano nella mia.”

“…Sapessi come, …, vorrei essere su un baroccino/ tirato da una inquieta cavallina nera./ Potremmo essere insieme nel vento/ di marzo, tra campi, alberi e viole,/ lì lì, viole quasi aperte.”

Ora Gabriella, percorso il lungo corridoio con le sorelle verso la luce, è andata oltre su quel baroccino tirato da una inquieta cavallina nera in questo vento di marzo, come sapeva.  La sua macchina fotografica non serve più;  lei già prima vedeva oltre, con la sua immensa umanità e speciale sensibilità. La sua mano  in quella di…


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :