Magazine Diario personale

Riflessi di parole

Creato il 06 marzo 2018 da Lydiacapelli
RIFLESSI DI PAROLE
di Dr. Lydia CapelliSpazi tra le righe di contemplazione e di riflessione per aiutare a ritrovare, coltivando ogni giorno, l’intimità, l’interiorità e il silenzio. La vera fonte di energia spirituale e fisica è l’esercizio della mente e del corpo abbracciando la consapevolezza di ciò che si pensa, si dice e si fa. Spezzare l’inerzia del pensiero consumato dal ronzio assordante dell’indifferenza, dell’apatia e della omologazione in favore della riscoperta dell’unicità della persona, del valore dell’esistenza, dell’importanza di vivere secondo coscienza, cuore e anima.RIFLESSI DI PAROLE
6 MARZO
L’erba del vicino è sempre più alta
Chi possiede un giardino lo sa meglio di chiunque altro, falciare il prato è una questione di buon rapporto di vicinato. Se la siepe e gli alberi hanno la sfortuna di essere stati collocati al confine ad ogni foglia sporgente nel suo territorio sbuca prontamente il vicino, molte volte pensionato, ad avvisare che sarebbe opportuno tagliare. Non si è più padroni nel proprio giardino. Potare le piante non è più a piacimento di chi le possiede ma a quello del vicino sempre in agguato. Ci sono persone, uomini e donne che trovano da ridire su tutto. Le foglie sporcano, i fiori macchiano, le spine pungono, gli alberi nascondono, gli insetti infastidiscono, i rami impediscono, l’acqua bagna e il cane abbaia! Le lamentele si sprecano e si finisce per non vivere il proprio giardino in totale tranquillità. “Nemmeno l’uomo più buono può stare in pace, se ciò non garba al cattivo vicino” (Friedrich Schiller poeta, filosofo, drammaturgo e storico tedesco)

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazine