Magazine Informazione regionale

“RIFLESSI POP: vetrine di Palermo”, mostra fotografica di Anna Maria Lucia

Creato il 03 aprile 2016 da Goodmorningsicilia
Nino Giordano,AnnaMaria Lucia,Vincenzo Cucco

Nino Giordano, Annamaria Lucia e Vincenzo Cucco

a cura di Vincenzo Cucco

Presi da mille pensieri capita di soffermarsi scrutando qualcosa di particolare che incuriosisce al punto da far nascere una certa perplessità su ciò che il nostro sguardo percepisce.

In particolari momenti della giornata e quindi di luce, percorrendo una strada della nostra città ricca di negozi  succede spesso di essere attratti da qualcosa di indefinito in corrispondenza di una vetrina.

Come per incanto ci si trova davanti ad una immagine compositiva creata dalla fusione di ciò che sta realmente all’interno della vetrina ed il riflesso che si proietta dall’esterno con un risultato davvero straordinario.

Si tratta in effetti di un riflesso sulla vetrina, tema affrontato e sviluppato da Anna Maria Lucia per realizzare le splendide  quaranta immagini fotografiche  che ci ha presentato in questa sua personale, allestita e curata da Vincenzo Cucco, nello “Spazio Eventi” della Mondadori Megastore, in Via Ruggiero Settimo a Palermo e  inaugurata lunedì scorso.

Anna Maria Lucia, utilizzando le vetrine come supporto del riflesso, è riuscita a coinvolgere il pubblico presente in una passeggiata, nello spazio limitato della sala, alla scoperta della città di Palermo vista attraverso immagini riflesse significative e riconoscibili.

Il segretario Regionale dell’Unione Italiana Fotoamatori Nino Giordano ha presentato l’artista  con lusinghieri apprezzamenti sia sulle doti umane che sull’arte fotografica  di Anna Maria Lucia, di cui ha evidenziato il lungo percorso fotografico soprattutto in seno all’Associazione U.I.F., con espliciti riferimenti alle precedenti mostre personali.

Il dott. Vincenzo Cucco, curatore della mostra, si è soffermato sul concetto di “riflesso” e sugli effetti diversificati a seconda delle superfici riflettenti e sulle difficoltà che il fotografo incontra nel momento in cui deve catturarne l’immagine fotografica che,  per essere interessante e ben delineata, deve tener conto non solo della luce ma anche degli accorgimenti tecnici che a volte sarà costretto a tralasciare.

Vincenzo Cucco, considerata la sua lunga esperienza all’interno del mondo della fotografia, particolarmente nella qualità di responsabile del “settore fotografia” dell’Associazione Culturale Enzo La Grua (www.fotoconcorsolagrua.it) per la quale è in procinto di bandire la XVII edizione del Concorso Nazionale di Fotografia, si è anche soffermato sulle qualità fotografiche dell’artista.

In effetti Anna Maria Lucia, più volte presente fra i partecipanti al concorso, è stata oggetto di discussione ed apprezzamento da parte dei vari membri della giuria (esponenti del mondo culturale, giornalistico, fotografi professionisti, fotoreporter e critici d’arte), che hanno espresso lusinghieri giudizi sulle sue fotografie.

Vincenzo Cucco ha concluso il suo intervento con riferimenti alle varie fotografie esposte evidenziando particolarmente quella che a suo giudizio è la più interessante : la fotografia  che riflette su tre manichini il Teatro Politeama, una immagine molto ben composita che assimila i manichini a  delle “muse” protese a proteggere quello spazio. Una in particolare cingendo con le sue braccia il Teatro Politeama, fa pensare ad Euterpe, dea della musica.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :