Magazine Informazione regionale

Roche su “cura Ascierto” e Remdevisir: “Approccio vincente per il trattamento dei pazienti con malattia severa”

Creato il 29 maggio 2020 da Vesuviolive

Paolo Ascierto

Paolo AsciertoRoche sperimenta la "cura Ascierto" in combinazione con il Remdevisir. La casa farmaceutica avvia un nuovo studio sull'efficacia del Tocilizumab insieme al farmaco antivirale. A dirlo è Cronache di Napoli. Paolo Ascierto è, ormai, conosciuto in tutto il mondo grazie al fatto che la sua cura si è rivelata efficace in Italia e nel mondo. Basti pensare al successo ottenuto in Regno Unito, ma anche la recente approvazione francese. Ad oggi, anche la casa farmaceutica Roche ha voluto approfondire la portata della "cura Ascierto" proponendo una combinazione vincente. La ricerca si pone l'obiettivo di studiare l'efficacia del suo inibitore recettoriale di IL-6, ovvero il Tocilizumab, con il Remdesivir, farmaco antivirale. Il nuovo trial prende il nome di Remdacta e mette a confronto la combinazione dei due farmaci rispetto al placebo (e l'aggiunta di Remdesivir) nei pazienti già sottoposti a trattamento standard. Garraway, della Roche, ha spiegato: "Riteniamo che la combinazione di un antivirale con un agente immunomodulatore possa rappresentare un approccio vincente nel trattamento dei pazienti con malattia severa." Nel mese di giugno è previsto l'inizio del processo di reclutamento che vedrà coinvolti circa 450 pazienti a livello globale. Questi ultimi saranno seguiti per una durata di almeno 60 giorni. Lo studio affronta le seguenti questioni: valutazione dello stato clinico, mortalità, variabili legate alla ventilazione meccanica e alla terapia intensiva. Intanto Ascierto si è espresso sulle immagini della folla circolanti nel web e ha invitato i cittadini ad essere prudenti, rassicurandoli sull'assenza di rischi connessi all'utilizzo della mascherina.

L'articolo Roche su “cura Ascierto” e Remdevisir: “Approccio vincente per il trattamento dei pazienti con malattia severa” proviene da Vesuvio Live.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog