Magazine Sport

Roma, parla Di Francesco: “Alla ricerca della soluzione, ora zitti e pedalare”

Creato il 24 settembre 2018 da Agentianonimi
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Dopo la sconfitta arrivata contro il Bologna, Di Francesco ha rilasciato dichiarazioni lapidarie ai microfoni di Sky Sport: “Quando perdi tutti i contrasti è solo demerito tuo. Abbiamo poca solidità e questo ci porta a fare figuracce: i dati ci condannano, quindi ora silenzio e pedalare

Un inizio a dir poco complicato quello intrapreso dalla squadra giallorossa: dopo la vittoria ottenuta contro il Torino (con magia di Dzeko al 90′) sono arrivate tre sconfitte e due pareggi. La partita disputata al Dall’Ara contro il Bologna ha reso indifendibile la posizione di allenatore, giocatori e società; i tifosi, che solo poco tempo fa sognavano la finale di Champions League, pretendono una reazione immediata da parte della Roma. Di Francesco nello scorso post-partita ha evidenziato le difficoltà in atto: “Tutti gli allenatori, compreso me, cercano di lavorare per sistemare le cose. La differenza, però, è che io devo trovare internamente le soluzioni, e ancora non le ho trovate. Quindi mi sento un po’ colpevole. Non sono abituato a cercare alibi, solo soluzioni. Ma oggi non so più con che sistema di gioco affrontare le gare, devo trovare gli uomini giusti“. Di Francesco prosegue poi con un mea culpa: “Nel calcio bisogna dimostrare anno dopo anno continuità, io quest’anno ho anche avuto la possibilità di lavorare di più con i giocatori in ritiro, è questa la cosa che mi fa diventare matto. Per questo scatta in me il pensiero che devo sempre cambiare qualcosa. Non posso accettare che le cose non vengano come vogliamo. I dati di oggi ci condannano e mi condannano – conclude l’allenatore giallorosso – è tutto contro di noi, quindi dobbiamo solo stare zitti e pedalare“.

a cura di Biagio Rocchi

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

L'articolo Roma, parla Di Francesco: “Alla ricerca della soluzione, ora zitti e pedalare” proviene da Agenti Anonimi.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :