Magazine Cultura

RUBRICA “LA TESTA NEL PALLONE” TORINO-NAPOLI 18 marzo 2014

Creato il 18 marzo 2014 da Dan76

Immagine

“LA TESTA NEL PALLONE” RUBRICA  28° giornata campionato serie A

 

17 marzo 2014;   ARBITRO: DANIELE DOVERI di Roma

 

TORINO- NAPOLI

 

   0 – 1 ( al 44° sec tempo Higuain);

 

Si parte subito con sprint e concentrazione, il napoli parte bene, il torino chiude e lo fa in maniera egregia per tutta la partita; una partita brillante e lo si vede dai contrasti; un po’ di imprecisione da parte del Napoli, bisogna cercare e trovare la profondità e il fraseggio breve, comunque il Torino chiude e riparte bene; il Torino gioca bene e colpisce la traversa al 27° p t; il Napoli poco fluido è attanagliato e non trova spazi, fa fatica ad entrare nell’area del Torino. Il Napoli sembra un po’ smarrito e sembra subire il gioco del Torino ma il gioco del Napoli è così, poco spettacolare. Il primo tempo si chiude con le squadre che si sono equivalse ed un Torino discreto e organizzato. Anche nel sec tempo il gioco è sempre abbastanza falloso con una manovra del Toro più efficace ed il nApoli con una fase più elaborata ma poco concreta; ma il modulo di Benitez è questo, fraseggi brevi, penetrazione improvvisa ed individualità. Il Napoli nel complesso tiene bene e ci prova nel sec tempo in maniera più incisiva, manovra con scambi anche se perde spesso palla ed è questa una delle lacune del Napoli, il torino gioca il suo e lo fa discretamente. Ci vuole chiaramente una qualche incursione per aprire la difesa del Torino, ci prova Mertens più volte; il Toro si abbassa molto nel finale di partita perché il napoli è più aggressivo ed infatti una incursione improvvisa di Higuain porta il napoli in vantaggio con l’argentino al 44° sec tempo. Il torino non può rammaricare nulla, ha giocato bene, il Napoli non poteva fallire l’occasione di restare comunque in scia della Roma che a vinto a sua volta in casa con l’Udinese riportando a 3 i punti di distacco dal napoli, in attesa del recupero del 2 aprile che la Roma deve disputare. Il Napoli ha ritrovato in extremis concentrazione e forza per la zampata vincente. Poco spettacolare ma concreto alla fine.

 

   DANIELA MEROLA

 



Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog