Magazine Politica

Ruolo e prospettive del “Nuovo Giappone” in Asia-Pacifico

Creato il 05 aprile 2016 da Geopoliticarivista @GeopoliticaR
Ruolo e prospettive del “Nuovo Giappone” in Asia-PacificoRuolo e prospettive del “Nuovo Giappone” in Asia-Pacifico

È stato pubblicato, per i tipi di Edigeo, il libro Ruolo e prospettive del "Nuovo Giappone" in Asia-Pacifico, a cura di Valentina Gullo e Massimiliano Porto. Il volume è stato realizzato dall'Istituto di Alti Studi in Geopolitica e Scienze Ausiliarie (IsAG) con il contributo dell'Istituto Giapponese di Cultura.

L'opera raccoglie gli atti del convegno omonimo del 25 maggio 2015, congiuntamente organizzato dagli stessi due istituti con il patrocinio dell'Ambasciata del Giappone in Italia.

Il Giappone ha creato un modello di sviluppo per i paesi della regione dell'Asia-Pacifico, nonostante alcuni attriti legati a dispute territoriali e a problemi annosi come la questione nordcoreana. Tale contesto richiede da parte del governo di Tokyo scelte volte a mantenere la stabilità, la pace e consolidare la base della crescita asiatica, vantaggiosa per tutti gli attori regionali e internazionali.

Gli autori che hanno contribuito alla realizzazione del volume sono Kazuyoshi Umemoto (Ambasciatore del Giappone in Italia), Fumio Matsunaga (Direttore dell'Istituto Giapponese di Cultura), Mario Vattani (Coordinatore UE-Asia Pacifica del MAECI), Franco Mazzei (Professore di Storia e istituzioni dell'Estremo Oriente all'Università Orientale di Napoli), Marco del Bene (Professore di Storia dell'Asia Orientale all'Università Sapienza di Roma), Donata Dionisi (Ricercatrice di Economia Internazionale all'ICE) e per IsAG la ricercatrice associata Valentina Gullo più il Presidente Tiberio Graziani che ha firmato l'introduzione.

Gli argomenti trattati spaziano dall'approccio del Giappone alle relazioni internazionali all' Abenomics (l'insieme delle politiche economiche del governo Abe), dalle relazioni politiche e commerciali tra Italia e Giappone al rapporto del Paese asiatico col suo passato.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :