Magazine Sport

Salita al Monte Palosso.

Creato il 14 marzo 2019 da Tamara

Salita al Monte Palosso. Dalla località Costorio 230 mt, sì sale il segnavie N°378A e 378 passando oltre Cascina Carpini e arrivando all’incrocio con il segnavie N°377; seguendo quest’ultimo, sì raggiunge la vetta del Monte Palosso 1158 mt. Salita al Monte Palosso. NOTA La Val Trompia, è una lunga valle di circa 50 km, che sorge poco a nord di Brescia 149 mt, e che si spinge fino a colmare con il Passo Maniva 1669 mt, attraversata per intero dal Fiume Mella. L’inizio della valle, è racchiuso tra due gruppi montuosi, a sinistra una piccola catena che colma con i 1035 mt del monte La Colmetta, mentre a destra s’innalza un piccolo gruppo montuoso con vette che superano i 1100 mt di quota. Una di queste è il Monte Palosso. Sì parte da Costorio, piccolo borgo che sorge poco prima del paese di Carcina 234 mt. Il sentiero parte subito dopo aver lasciato la ss N°345, il cartello informativo, sì trova sulla destra. Inizia subito una bella salita che guadagna velocemente quota, e grazie ai tanti capanni adibiti all’attività venatoria, la presenza arborea è spesso limitata, lasciando spazio a bellissime balconate che spaziano sulla Val Trompia. Salita al Monte Palosso. Dopo aver passato il Monte Verdura 575 mt, si arriva al piccolo rifugio degli alpini, poco più avanti sì trova la croce degli alpini, da dove sì può ammirare un magnifico panorama che spazia sulla Città di Brescia, facilmente riconoscibile la bella cresta del Monte Maddalena 874 mt, mentre più in basso a destra, sì possono ammirare il piccolo Monte Peso 483 mt, con la piccola crestina che termina con il Santuario Madonna della Stella. Salita al Monte Palosso. Il sentiero continua lungo questa cresta, fino a incrociare il sentiero N°378 che arriva da Concesio 216 mt. Ora sì attraversa un piacevole bosco, affrontando poco dopo una decisa salita, che porta alla Cascina Carpini 830 mt circa, interessante casolare da dove sì apre un’altra bella balconata che guarda giù per la Val del Condigolo. Salita al Monte Palosso. Ora sì prosegue con un bel traverso che attraversa la valle arrivando alla selletta che porta a Dosso Ranzone 932 mt. Sempre costeggiando il Monte Palosso, sì arriva all’incrocio con il sentiero N°377 che arriva da Carcina. L’ultimo tratto del percorso, inizia a farsi sentire, fra tratti in salita e tratti pianeggianti, ma poi l’arrivo alla cima del Monte Palosso, ripaga tutta la fatica fatta finora. Dalla cima del Monte Palosso, sì apre una modesta balconata, interrotta solo da alcuni alberi ad alto fusto, ma quello che si vede, appaga ugualmente l’occhio esigente di un buon escursionista, tra le cime sicuramente menziono il Monte Guglielmo 1948 mt e Punta Almana 1390 mt, ben visibile il Monte Dossone 1339 mt, che sorge sopra Lumezzane 535 mt. Guardando verso la Pianura Padana, nelle giornate limpide, il panorama spazia fino all’Appennino Parmense, notando sulla destra, la cima dell’Alpe di Succiso che con i suoi 2017 mt, rappresenta la prima cima dell’Appennino Tosco Emiliano che supera i duemila metri. CURIOSITA’ Sulla cima del Monte Palosso, sono presenti i resti di una postazione militare della Prima Guerra Mondiale, utilizzata per l’abbattimento degli aerei nemici.
TEMPI DÌ PERCORRENZA: 2:30/3:00 circa. DIFFICOLTA’: (E) per sentieri ripidi. PUNTI D’APPOGGIO:nessuno. COME ARRIVARE:da Brescia, con SS 345 fino a Castorino. CARTOGRAFIA O GUIDE:carta Kompass N°106. SEGNALETICA:pochi cartelli informativi e bandierine giallo bianco o rosso bianco. DOVE ALLOGGIARE:
Scambio Link

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazine