Magazine Cucina

Santa Brace: a Roma il nuovo tempio della carne

Da Valentina Mistra
Santa Brace: Roma nuovo tempio della carneSanta Brace: a Roma il nuovo tempio della carne

Alla brace, cruda, marinata, brasata o affumicata. La carne, italiana ma non solo, è la grande protagonista di Santa Brace, il ristorante che sta per aprire in zona Colli Portuensi (anche con qualche proposta vegetariana)

Aprirà domani, venerdì 8 dicembre, a Roma, in zona Colli Portuensi, un ristorante interamente dedicato agli amanti della buona cane. È Santa Brace, la nuova creazione della Laurenzi Consulting, nata dalla volontà di una giovane imprenditrice cinese e grande appassionata di cucina italiana.

Nato dalle ceneri di un pub, Santa Brace è un locale spazioso e ben curato, suddiviso su due livelli, con uno splendido dehors esterno e con ampie vetrate. All'ingresso, i clienti vengono accolti dal grande bancone bar e dall'alto scaffale ricolmo di bottiglie di vino. I tavoli scuri illuminati da luci soffuse, i divani color cammello e le pareti verdi rendono l'ambiente caldo e accogliente. La sala al piano inferiore è ampia, con grandi tavoli tutti diversi (bellissimo quello in marmo) e decorata da una cella frigorifera a vista dove vengono lasciati a frollare i lombi.

Perché, per chi non lo avesse capito dal nome, omaggio giocoso alla brace che diventa "santa", la cucina del nuovo locale in via Isacco Newton è un inno alla carne, dove anche i vegetariani possono trovare valide alternative.

Cosa si mangia da Santa Brace

Tutta la carne proposta proviene dalla storica Macelleria Bombelli. In menu possiamo trovare una grande varietà di tagli, preparati con diversi metodi di cottura: crudo, marinato, brasato, affumicato, alla griglia e stagionato alla brace.

Santa Brace: Roma nuovo tempio della carne Santa Brace: a Roma il nuovo tempio della carne

Si parte dalla gastronomia con una ricca scelta di affettati e formaggi, italiani e spagnoli di grande qualità come Cecina de Leon e Jamon iberico. Si prosegue con il tomino arrosto con verdure alla brace, la tempura vegetale e le crocchette fondenti con robiola o con Cecina de Leon e porro.

Santa Brace: Roma nuovo tempio della carne Santa Brace: a Roma il nuovo tempio della carne

Tra le tartare di manzo, ottime quellaecon tuorlo, capperi, scalogno e senape o con castagne, funghi e tartufo nero. Tre i carpacci proposti: di manzo con mosto cotto e pomodorino confit, di black angus affumicato con tuorlo marinato, pecorino e guanciale, di pastrami con cetriolini sottaceto e giardiniera. Tra i primi pici acqua e farina con aglio nero, pomodoro e battuta di manzo o i tortelli di cinghiale con mirtilli rossi e funghi.

Santa Brace: Roma nuovo tempio della carne Santa Brace: a Roma il nuovo tempio della carne

Ed eccoci alla griglia, interpretata in chiave tecnologica e moderna grazie alle cotture X-Oven, con tre tagli differenti (entrecote, fiorentina e costata) di Black Angus, Scottona Bavarese Kaiserin, Danese Extra oppure una carne nazionale.

Santa Brace: Roma nuovo tempio della carne Santa Brace: a Roma il nuovo tempio della carne

Una parte del menu è dedicata invece ai piatti speciali come la Picanha Danese Extra con funghi alla brace, la tagliata di agnello con carciofo alla giudia, il petto d'anatra con prugne, patate e zenzero o il filetto alla Rossini con foie gras e tartufo.

Santa Brace: Roma nuovo tempio della carne Santa Brace: a Roma il nuovo tempio della carne

Come abbiamo accennato però, Santa Brace vuole essere un locale per tutti. Infatti tra i burger (tutti serviti con patate fritte), troviamo il Fumè, vegetariano, con melanzane, pomodoro infornato, zucchine grigliate e salsa tzatziki..

Non solo griglia però. Tra i brasati "alla vecchia maniera" troviamo la pancia di maiale con verdure alla soia, punta di petto di vitella alla fornara con peperoni e il cinghiale brasato al vino rosso.

Santa Brace: Roma nuovo tempio della carne Santa Brace: a Roma il nuovo tempio della carne

Ma una buona cena deve necessariamente finire con un dessert. Ed ecco dunque la Mimosa, servita al bicchiere, con ananas arrosto, la marquise al cioccolato e caramello saleto, la millefoglie con crema chantilly e nocciole e il tiramisù.

Cosa di beve

La carta dei vini è molto ampia e trasversale, e comprende un'attenta selezione di vini soprattutto rossi che si sposano con le varie gradazioni di gusto della carne, senza dimenticare bianchi e bollicine. La mescita è ricca e comprende ogni giorno 6 scelte, che si possono gustare al banco gastronomia all'ingresso, tra i tavoli più intimi del primo piano, oppure sui grandi conviviali del piano inferiore.

Santa Brace, via Isacco Newton 100, Roma. Telefono 0686933527. Pagina Facebook.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :