Magazine Informazione regionale

Santa Maria la Carità, 25 nuove telecamere di sorveglianza nei punti più critici della città

Creato il 19 giugno 2018 da Vivicentro @vivicentro
Santa Maria la Carità, 25 nuove telecamere di sorveglianza nei punti più critici della città

Santa Maria la Carità., secondo quanto riportato da Punto Stabia news, l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Gisouè D’Amora ha deciso di puntare al potenziamento dei controllo del territorio attraverso l’installazione di 25 telecamere nei punti critici della città. Il progetto è stato stilato dal comandante della polizia locale Mario Bruzio, che verrà sottoposto alla Prefettura e candidato al finanziamento in base alla legge n.48/2017.

Nel caso in venissero dati i fondi, il Comune riceverebbe i soldi per la realizzazione dell’impianto, dovendo garantire solo i costi di gestione e manutenzione per almeno cinque anni: ma la giunta sembra essersi già organizzata, stando un passo avanti a tutto, in quanto ha già previsto lo stanziamento di 10mila euro.

Le zone in cui verrebbero installate le telecamere sono via Madonna delle Grazie, via Motta, via Petraro, via Canneto I, via Motta Bardascini, via Bardascini, via Pontone, via Noeerelle, via Fusaro, via Carrara, via Scafati, via Carlo Camavacciuolo, via Polveriera, piazza Borrelli, piazzale Giovanni Paolo II. E andrebbero a presidiare soprattutto gli incroci, dove sono state individuate diverse criticità.

Tutto questo per contrastare la criminalità e l’inciviltà e per dare maggiore sicurezza ai cittadini, in quanto si spera che queste nuove installazioni, facciano da deterrente a chi vole delinquere e sa che potrebbe essere scoperto.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Santa Maria la Carità, 25 nuove telecamere di sorveglianza nei punti più critici della città


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :