Magazine Informazione regionale

Santa Maria la Carità, l’Inter paga il trasferimento al Niguarda per il ragazzo coinvolto in un incidente

Creato il 21 luglio 2018 da Vivicentro @vivicentro
Santa Maria la Carità, l’Inter dispone il trasferimento a proprie spese al Niguarda di Milano per il ragazzo coinvolto in un incidente

C’è una novità importante per quanto riguarda Pasquale Carlino, il giovane dell’Under 17 in coma dopo l’incidente avvenuto sabato scorso. Dopo i primi segnali di miglioramento delle scorse ore, il ragazzo – si legge su fcinter1908.it – sarebbe ancora in coma indotto, e l’Inter ha predisposto a proprie spese il trasferimento del giovane dall’ospedale di Nocera Inferiore al Niguarda di Milano. A darne l’annuncio è stato Vincenzo Raiola, l’ incaricato dalla famiglia Carlino a fornire aggiornamenti sullo stato di salute di Pasquale: “I piccoli e costanti miglioramenti delle condizioni di salute di Pasquale hanno reso possibile il suo trasferimento dalla struttura ospedaliera dove è stato, con grandissima cura e attenzione, ricoverato di primo soccorso e monitorato (Umberto I di Nocera Inferiore – SA) all’Ospedale Niguarda di Milano. Un sentito ringraziamento alla società FC Internazionale Milano che ha permesso che si svolgesse tutto ciò ed in totale garanzia e sicurezza per la sua salute. Forza Pasquale!”
Il giovane era a bordo di una moto in compagnia di un suo amico quando, per cause ancora da accertare, è rimasto coinvolto in un terribile incidente in via Polveriera a Santa Maria la Carità.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Santa Maria la Carità, l’Inter paga il trasferimento al Niguarda per il ragazzo coinvolto in un incidente


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :