Magazine Attualità

Scommesse illegali, cafiero de raho : “gaming settore a rischio, ma vietare il gioco non è la soluzione”

Creato il 15 novembre 2018 da Yellowflate @yellowflate

ROMA - "Il gioco è un settore di grande rischio, e tutto questo va contrastato, ma pensare di intervenire vietando di giocare non garantisce una libertà che deve essere il primo diritto da rispettare". Lo ha spiegato ad Agipronews il procuratore antimafia e antiterrorismo Federico Cafiero de Raho, a margine della conferenza stampa sulla maxi-inchiesta DDA sulle scommesse online. "Si tratta di formare le persone, educare, vigilare e intervenire non solo con la repressione ma attraverso altri organi e credo che la politica dovrebbe spingere in questa direzione. - ha evidenziato ancora De Raho - Il proibizionismo non è assolutamente una soluzione".

LL/Agipro

GIOCHI, ASTRO: "DE RAHO CONFERMA, CONTRO CRIMINALITÀ E LUDOPATIA IL PROIBIZIONISMO NON SERVE"

ROMA - "Cogliamo con sollievo e speranza il richiamo del Procuratore Nazionale Antimafia De Raho, affinché la Politica presti attenzione alle infiltrazioni criminali nel settore dei giochi, anche allo scopo di tutelare l'economia delle imprese sane, danneggiate da tali infiltrazioni". L'associazione Astro commenta le dichiarazioni rilasciate oggi dal Procuratore nel corso della conferenza stampa sulla maxi-inchiesta DDA sulle scommesse online. Oltre alla tutela dell'economia sana, De Raho ha detto che "pensare di contrastare la criminalità vietando di giocare non garantisce una libertà che deve essere il primo diritto da rispettare" e che il problema delle infiltrazioni criminali, così come del gioco patologico, va affrontato con altri mezzi. "Si tratta di formare le persone, educate, vigilare e intervenire non solo con la repressione e credo che la politica dovrebbe spingere in questa direzione. Il proibizionismo non è la soluzione". L'auspicio di Astro "è che tale messaggio ed i fatti che lo hanno ispirato possano determinare la nascita di una nuova sensibilità e di un nuovo approccio da parte delle istituzioni politiche. Se dovessimo cogliere questo nuovo segnale dalla politica, saremo pronti, come sempre, a mettere a disposizione tutta la nostra esperienza per contribuire ad una nuova regolamentazione che ponga il settore all'avanguardia nella lotta alle infiltrazioni criminali e alle patologie legate al gioco". LL/Agipro


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :