Magazine Scienze

Scozia, chiusa l’ultima centrale al carbone

Creato il 05 aprile 2016 da Pdigirolamo

3000Dopo 115 anni, la Scozia ha smesso di produrre elettricità dal carbone. La settimana scorsa, davanti a lavoratori e giornalisti, è stato infatti chiuso l’impianto di Longannet, l’ultimo a essere rimasto in attività.

Secondo i piani del governo, entro il 2020 i 5 milioni di cittadini scozzesi avranno solo elettricità prodotta da fonti rinnovabili che, ad oggi, coprono oltre il 50% dei consumi. La Scozia è tra i Paesi che hanno maggiormente investito nella green energy, soprattutto per quanto riguarda l’eolico. Basti pensare che il più grande parco eolico della Scozia è anche il primo del Regno Unito intero. Whitelee Wind Farm vicino a Glasgow ha una capacità di 539 megawatt e genera elettricità sufficiente ad alimentare poco meno di 300mila case.

«Il carbone è stato a lungo la forza dominante nell’arsenale per la produzione dell’energia elettrica in Scozia – ha detto Hugh Finlay, direttore di Scottish Power – Ma la chiusura di Longannet segna la fine di un’epoca».

[foto da theguardian.com]



Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog