Magazine Cultura

Scuola a distanza

Creato il 27 maggio 2020 da Martinaframmartino

Siamo a fine maggio, quest'anno scolastico surreale sta finendo, ed entrambe le mie figlie finiranno un ciclo di studi e, chissà come, a settembre ne inizieranno un altro, la grande al Liceo artistico, la piccola alle Medie. L'anno è surreale, ma forse a essere più surreale è chi prenderà le decisioni a cui tutti ci dovremo adattare. La vignetta in cui mi sono imbattuta su Twitter è bellissima, e merita una condivisione:

Non so quanto siano brave le mie figlie a farsi riempire come imbuti, però a volte il loro approccio ai compiti è interessante. Un paio di giorni fa Marisa ha assegnato a Ilaria un compito sui verbi, e ho come il sospetto che con le sue risposte mia figlia volesse comunicare un preciso messaggio...

Compito assegnato a Ilaria (5 elementare) dalla maestra Marisa:

Scrivi cinque frasi. In ognuna di esse utilizza: verbo al passivo, verbo riflessivo, verbo impersonale, verbo servile, verbo irregolare.
Non usare solo il presente indicativo, ma anche altri tempi e modi.

Svolgimento:

verbo passivo: Io sono tormentata dai compiti di Marisa.
verbo riflessivo: Mi sono annoiata molto facendo i compiti.
verbo impersonale: Annoiarsi per via dei compiti non è divertente.
verbo servile: Dover fare compiti per forza è brutto e noioso.
verbo irregolare: Per fortuna non si va più a scuola.

Questa voce è stata pubblicata in attualità, fumetti, nonsense. Contrassegna il permalink.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines