Magazine Attualità

Se anche Ghedini gli lancia un siluro siamo,quasi, alla fine. Adesso è tornata la voce pure al maggiordomo ed è un guaio, ne sa troppe.

Creato il 21 settembre 2011 da Slasch16

Se anche Ghedini gli lancia un siluro siamo,quasi, alla fine. Adesso è tornata la voce pure al maggiordomo ed è un guaio, ne sa troppe.

Berlusconi dice che Lavitola è un amico, nessun ricatto e Giampi un pappone in difficoltà al quale ha dato una mano. 20.000 euro al mese e 500.000 a Lavitola da girare a Giampi per aprire una nuova attività.
Intanto dei 500.000 euro Giampi ne ha visti solo 100.000 gli altri se li è tenuti Lavitola e poi, perchè mai avrebbe dovuto aprire una nuova attività con tutti i problemi che danno i dipendenti, i sindacati, la burocrazia, le pratiche, spese varie , quando bastava fare una telefonata a Palazzo Grazioli per avere 20.000 euro in contanti?
Se io avessi questa possibilità, mi bastasse una telefonata per avere 20.000 euro rinuncerei alla pensione, farei addirittura di più, invece che una telefonata al mese ne farei una ogni due mesi, insomma un’offerta come quelle dei supermercati che Silvio dovrebbe apprezzare, paga uno e ne vale due.
In un anno potrebbe risparmiare 120.000 euro e spenderli in puttane, è una offerta che non può rifiutare.
I suoi scagnozzi mi mandino una email che gli scrivo il mio IBAN.
Passiamo al fatto che Mavalà molla il suo miglior cliente, quello che l’ha reso ricco e famoso, se ha detto agli inquirenti: Lavitola mi voleva bastonare.
Quando mai gli amici privilegiati per premier bastonerebbero il suo avvocato personale?
Così facendo Lavitola si è dimostrato un delinquentello qualunque, un mafioso vero non avrebbe mai minacciato in questo modo, gli avrebbe sparato e basta.
Berlusconi, abituato dalla P2 a trattare con i boss mafiosi queste cose le sa bene ed avrebbe dovuto accorgersi che Lavitola è un truffaldino qualsiasi e Giampi un suo degno compare, capaci solo di ricattare e minacciare.
Lo stalliere, Mangano, quando voleva mandare un messaggio a Berlusconi e Dell’Utri, aveva più stile non è mai ricorso alle minacce di bastonate metteva qualche boma qui e là ed il messaggio era immediato. Come un sms.
Mangano non sapeva scrivere e quindi niente sms, come hanno ricordato Dell’Utri e Berlusconi ridacchiando al telefono tra loro quando hanno detto: lui non sa scrivere e per mandare  messaggi mette le bombe.
Ma c’è un’altra crepa nella diga che Silvio ed il Pdl cercano di predisporre con i sacchi di sabbia per fermare l’esondazione imminente, ha parlato il maggiordomo di Palazzo Grazioli.
Quello che ha detto ai magistrati Alfredo Pezzotti è gravissimo ed è riferito all’uso con utenza straniera che Lavitola mandò al piduista nel tentativo di non essere intercettati.
Testuale dalla testimonianza del maggiordomo:
Presi in consegna questi telefoni e, circa due o tre giorni dopo, alla presenza del presidente, composi il numero di telefono dell’utenza straniera in uso a Lavitola. Passai quindi la comunicazione a Berlusconi, che era a conoscenza dell’invio di telefoni con schede sudamericane, e mi parve piuttosto seccato.
Se non ricordo male mi disse; Ma guarda un po’, queste cose le fanno i mafiosi… o qualcosa del genere.
Solo tre considerazioni al volo.
La prima, il memoriale che lui ed i suoi avvocati hanno mandato a Napoli nel tentativo di scagionare tutti come promesso al telefono a Lavitola quando gli disse: resta lì, vi scagiono tutti io.
Non serve a niente, smantellato e sbugiardato da Ghedini stesso e dal maggiordomo.
La seconda: queste cose le fanno solo i mafiosi è una considerazione che può fare senza ricorrere alle letteratura, lui li ha frequentati da vicino, prima attraverso la Banca Rasina della quale il padre era direttore poi ospitandoli direttamente in villa travestiti da stallieri. Ha una considerazione talmente grande, dei mafiosi, che il preferito, Mangano lo stalliere, lui e l’amico di vecchia data Dell’Utri, già condannato a 11 anni in secondo grado, hanno pensato bene di definirlo un eroe.
Questa volta non è una intercettazione rubata dai magistrati comunisti di Milano, l’hanno detto al microfono in una manifestazione pubblica di delinquenti come loro, o aspiranti tali.
La terza, Berlusconi ha un grande cuore aiuta tutti purchè siano preti condannati , famiglie con figlie minorenni da offrire per il karaoke, ragazze sole e ragazze madri, purchè siano disponibili al bunga-bunga, insomma se spende 100 milioni di euro per la passera ed i festini va bene, ma se si Tratta di Lavitola e di quelli come lui che gli girano intorno si incazza, e forte pure.
Ma guarda un po’, queste cose le fanno i mafiosi…
Potrei pensare che il motivo per cui li  ha portati in Parlamento
sia lo stesso che lo ha convinto a foraggiare con centinaia di milioni Lavitola. Il ricatto.
Quelle cose che nemmeno i mafiosi…
Gente seria, preparata, che usa il tritolo, ti spara in bocca o alla testa.
Lavitola e Giampi sono delinquenti da strapazzo, lui è abituato ad altri livelli, alta classe.
Anche se la frequentazione della lega dovrebbe averlo abituato alle mezze calzette, che si vendono per poco o niente.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • E adesso ripartiamo da loro

    adesso ripartiamo loro

    In questa Italia che sprofonda nel fango, non solo metaforicamente, appare sempre più marcata ed evidente la divaricazione morale fra chi nella melma ci... Leggere il seguito

    Da  David Incamicia
    OPINIONI, SOCIETÀ
  • Berlusconi propsciolto per prescrisione. "Meritava l'assoluzione piena" dice...

    MILANO - Silvio Berlusconi, imputato a Milano per corruzione in atti giudiziari, è stato prosciolto per prescrizione dai giudici della decima sezione penale... Leggere il seguito

    Da  Samalos
    ATTUALITÀ, SOCIETÀ
  • E adesso Mediaset piange miseria

    adesso Mediaset piange miseria

    Durante l’audizione di oggi in Commissione Bilancio della Camera e poi a Palazzo Chigi davanti a Mario Monti, il presidente di Mediaset, Fedele Confalonieri,... Leggere il seguito

    Da  Zirconet
    ATTUALITÀ, SOCIETÀ
  • “Il nostro tempo è adesso!”

    nostro tempo adesso!”

    ABBONATI AL BLOG “LA FUGA DEI TALENTI”, CLICCANDO IN FONDO A QUESTA PAGINA! DOMANI, 9 APRILE. INIZIA IL FUTURO? “Non c’è più tempo per l’attesa. E’ il tempo... Leggere il seguito

    Da  Fugadeitalenti
    ITALIANI NEL MONDO, SOCIETÀ
  • Il Futuro è adesso

    Futuro adesso

    Forse è meglio cambiare la nostra ottica. Sarebbe ora di trasformare la famosa angoscia del futuro in una sana – e più saggia – paura del presente. I fantasmi d... Leggere il seguito

    Da  Alblog
    SOCIETÀ
  • Se...

    Se...

    L’unico dato in nostro possesso questa mattina è quello dell’affluenza alle urne: alle 22 aveva votato il 43,46% degli aventi diritto contro il 49,67 del primo... Leggere il seguito

    Da  Massimoconsorti
    POLITICA, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • E adesso?

    adesso?

    Una volta passata la sbornia della vittoria, l’eccitazione alla vista dei volti di Calderoli e La Russa o del sudore di Fitto, torniamo alla nostra realtà... Leggere il seguito

    Da  Leragazze
    PARI OPPORTUNITÀ, PER LEI, SOCIETÀ