Magazine Informazione regionale

Se ne va Esperia De Agostini Zunino, oggi i funerali ad Albenga

Creato il 15 novembre 2012 da Yellowflate @yellowflate

Esperia ZuninoALBENGA- La “ Città delle Torri” è in lutto per la scomparsa di Esperia De Agostini, molto stimata e nota in tutto il terrritorio del Ponente Savonese per essere la guida del Gruppo Zunino, una delle maggiori realtà economiche del comprensorio albenganese. I funerali si svolgeranno questo pomeriggio in San Michele, alle ore 15 e 30. Esperia De Agostini era la vedova dell’ ingegner Dario Zunino, scomparso nel 1992, vice sindaco di Albenga e protagonista per decenni della vita politica cittadina. Il figlio della signora De Agostini, Mauro è stato sindaco della città di Albenga per una legislatura ( 2001- 2004). La signora Esperia proveniva da famiglia milanese: il padre, Commendator Arnaldo, era impresario teatrale e cinematografico, tra i primi a comprendere la rivoluzione del sonoro che adottò nei suoi cinema. Esperia conobbe a Genova Giovanni Dario Zunino, ancora studente; divenuti sposi, assecondò il desiderio dell’ Ingegnere di avviare una impresa propria, affrancandosi dal padre Giuseppe, il primo impresario della stirpe di edili Zunino, e dal fratello Iseo, che dirigeva la fabbrica di laterizi di famiglia, la Zunino-RDB a Cenesi. Nel frattempo la sorella Maria Rosa attuava, con il marito Libero Nante, il sogno di costruire una clinica  d’eccellenza in Albenga, la San Michele, ora gestita dal figlio, il professor Nicola. Insieme, da grandi lavoratori, diedero avvio a molteplici cantieri, essa stessa quale titolare, anche in società con i grandi impresari del tempo quali Damonte, Momigliano, Tizzoni, costruendo edifici apprezzati per la grande affidabilità costruttiva e pregevoli finiture. La signora Esperia ha vissuto una lunga ed intensa vita, accanto alla sua famiglia. Negli ultimi tempi ha affrontato la situazione con coraggio conscia che la malattia non l’ avrebbe risparmiata. Si è spenta dopo pochi giorni dalla nascita del suo sesto nipote, Vittorio, che ha potuto tenere in braccio, dopo Paola, farmacista, Dario, dottore in legge e a capo di tutti i Leo Italiani, Beatrice, universitaria, e i pronipoti Mattia e Tommaso. Recentemente era solita affermare che il Buon Dio le aveva regalato tutto quello che avrebbe potuto desiderare dalla vita.

CLAUDIO ALMANZI


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :