Magazine Legge

Seconda fase del c.d. Jobs Act. Delega al Governo in materia di ammortizzatori sociali, servizi per il lavoro e politiche attive

Da Rebecca63

governo Dopo il Decreto Legge n. 34/2014, arriva il secondo atto del c.d. Jobs Act.

In particolare, il DDL delegherà al Governo le seguenti materie:

-  ammortizzatori sociali in grado di creare tutele uniformi e legate alla storia contributiva dei lavoratori (la delega al Governo è di 6 mesi dalla vigenza del DDL);

servizi per il lavoro e politiche attive, allo scopo di garantire la fruizione dei servizi essenziali in materia di politica attiva del lavoro su tutto il territorio nazionale, nonché di assicurare l’esercizio unitario delle relative funzioni amministrative (la delega al Governo è di 6 mesi dalla vigenza del DDL);

-  semplificazione delle procedure e degli adempimenti, allo scopo di conseguire obiettivi di semplificazione e razionalizzazione delle procedure di costituzione e gestione dei rapporti di lavoro (la delega al Governo è di 6 mesi dalla vigenza del DDL);

riordino delle forme contrattuali, allo scopo di rafforzare le opportunità di ingresso nel mondo del lavoro da parte di coloro che sono in cerca di occupazione, nonché di riordinare i contratti di lavoro vigenti per renderli maggiormente coerenti con le attuali esigenze del contesto occupazionale e produttivo (la delega al Governo è di 6 mesi dalla vigenza del DDL);

-  maternità e conciliazione, allo scopo di garantire adeguato sostegno alla genitorialità, attraverso misure volte a tutelare la maternità delle lavoratrici e favorire le opportunità di conciliazione per la generalità dei lavoratori (la delega al Governo è di 6 mesi dalla vigenza del DDL).

Disegno di Legge delega

Teramo, 07 Aprile 2014 Avv. Annamaria Tanzi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :