Magazine Cultura

Seconda puntata del Festival di Sanremo 2011: ecco i giudizi sulle esibizioni di Nathalie, Giusy Ferreri e del duo Emma Marrone-Modà

Creato il 17 febbraio 2011 da Miosako

sanremo 2011Ecco le pagelle dei giornalisti sulle canzoni degli ex concorrenti del talent show dopo la seconda serata del 61° Festival di Sanremo. [cliccare QUI per leggere i giudizi dei giornalisti sulle esibizioni degli ex concorrenti dopo la prima puntata]

  • Stefano Mannucci su Il Tempo: “Nathalie Giannitrapani 6,5: le manca l’ultimo metro, peccato. Era partita bene, ma sembra più emozionata del solito. O forse sa già come andrà a finire.
    Modà & Emma 6
    : se sentono dire che sono favoriti fanno gli scongiuri, però non possono non crederci. E lo capisci da come drammatizzano il duetto. Inutilmente”.
  • Tony Damascelli su Il Giornale: “Emma 6. Presente in piazza, con altre centinaia di migliaia di donne, domenica scorsa, per la manifestazione «se non ora, quando», la salentina di adozione, Emma, è la pasionaria, l’eroina,di questo Festival. Lei è partita da zero e, stando ai tam tam, fini­rà ad Annozero, questa è la dura vi­ta di chi le canta e vorrebbe anche suonarle ai padroni del vapore. Sanre­mo è una stazione ormai obbliga­ta per tutti coloro che hanno da dire cose contro il governo. Dipende sempre quale sia la categoria dei go­vernanti ma che altro può chiedere un giovane virgulto, così impegna­to, se non una serata tra Morandi e Santoro, con Benigni che avanza? C’è di meglio, per esempio la vitto­ria annunciata dalla propaganda. Per il momento a Sanremo. Co­munque se dovesse andar male, troverà un posto a Mediaset”.
  • Ernesto Assante su Repubblica.it: “Nathalie, poco sotto la sufficienza, diciamo 5 e mezzo.
    Giusy Ferreri, la canzone migliore, anche con il vestito di Silvan. Diciamo 7 e non se ne parli più.
    Modà e Emma, non si possono sentire. 3“.

E Aldo Grasso commenta sul Corriere della Sera: “Qualche anno fa si pensava che i talent, come Amici o X Factor, avrebbero scalzato definitivamente il Festival. E invece la manifestazione sanremese ha saputo inghiottire il genere nel suo corpaccione e, oggi, in crisi se mai sono proprio i talent. Si pensava anche che la generazione iPod, cresciuta nella rivoluzione digitale, sapesse tutto sui Grammy Award e niente su Sanremo. E invece siti, blog, social network sanzionano ancora la centralità della tv più tradizionale”.



Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog