Magazine Cultura

SEGNALAZIONE - Pubblicazioni DarkZone distopici | 4 maggio

Creato il 03 maggio 2018 da Nel @PeccatiDiPenna
In occasione del Salone Internazionale del Libro di Torino che si terrà a Maggio, la DZedizioni si appresta a lanciare 9 titoli tra cui due distopici: Nectunia di Daniela Ruggero e Lacrime di Cera di Liliana Marchesi.
SEGNALAZIONE - Pubblicazioni DarkZone distopici | 4 maggio SEGNALAZIONE - Pubblicazioni DarkZone distopici | 4 maggio
Nectunia di Daniela Ruggero
SEGNALAZIONE - Pubblicazioni DarkZone distopici | 4 maggioIn un futuro non molto lontano il mondo così come lo conosciamo non esisterà più. Le malattie saranno debellate; la morte, il dolore e la sofferenza non faranno più parte della vita. Non ci sarà spazio per l’inquinamento che soffoca i mari, laria e la terra. Tutto sarà pace, fratellanza e unione. Nessun crimine violento, nessuna disputa.
Nella perfezione di questo nuovo mondo, tuttavia, un gruppo di ribelli denominato «Nectunia» combatte la sua guerra silenziosa, consapevole che tanta eccellenza cela un'amara verità. Quale prezzo paga in segreto l'umanità al Nuovo Ordine? In che modo dieci uomini e una donna, la «Grande Madre», scandiscono vite, pensieri e passioni di milioni di persone? In questa perfezione prestabilita e manovrata, potrà l'amore, quello vero e libero, disfare le trama di potere del Nuovo Ordine e ridare speranza all'umanità intera?
Lacrime di Cera di Liliana Marchesi
SEGNALAZIONE - Pubblicazioni DarkZone distopici | 4 maggioUn Impero servito da automi dall’aspetto umano e dalla pelle rivestita di cera.
Protetta dalle fredde mura di un palazzo inespugnabile, in Russia, Camille vive la sua vita fra balli e ricevimenti, ignara di essere prigioniera di un’utopia. Contro il proprio volere, verrà promessa al futuro Imperatore. Un uomo meschino, violento e incapace di amare.
Mossa dalla disperazione e in cerca di una via di fuga scoprirà l’esistenza di un sotterraneo segreto, dove troverà Lui, sua unica possibilità di salvezza.
Su quali menzogne è stato costruito l’Impero Sovrano?
Cosa c’è fuori dal palazzo?
In un mondo distrutto dalla guerra tra classi sociali, un nuovo Impero regna Sovrano. Un Impero costruito grazie alle capacità di una società progredita, ma legato alle tradizioni dell’ormai lontano Ottocento.

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog