Magazine Società

Selezionati i dodici candidati al Premio Strega: c’è Zerocalcare. Il 10 giugno si sceglierà la cinquina finalista

Creato il 17 aprile 2015 da Stivalepensante @StivalePensante

Nessuna sorpresa nella selezione della dozzina di candidati allo Strega che il 10 giugno si contenderanno l’accesso alla cinquina finalista. Ci sono Mauro Covacich e il “fantasma” Elena Ferrante; ma soprattutto ci sono le corazzate dell’editoria italiana e lo strapuntino promesso ai piccoli, rappresentato da Bao con il fumetto di Zerocalcare e da Neo con Paolo Zardi.

(finzionimagazine.it)

(finzionimagazine.it)

La selezione dei libri finalisti da parte del comitato direttivo del Premio Strega. Dopo aver scremato la “long list” dei 26 nomi presentati il 3 aprile dagli Amici della domenica, il comitato direttivo del Premio Strega ha selezionato: “Il paese dei coppoloni” (Feltrinelli) di Vinicio Capossela, presentato da Eva Cantarella e Gad Lerner; “La sposa” (Bompiani) di Mauro Covacich, presentato da Dacia Maraini e Sandro Veronesi; “Storia della bambina perduta” (e/o) di Elena Ferrante, presentato da Serena Dandini e Roberto Saviano; “Final cut” (Fandango) di Vins Gallico, presentato da Renato Minore e Luca Ricci; Chi manda le onde” (Mondadori) di Fabio Genovesi, presentato da Silvia Ballestra e Diego De Silva; “La ferocia” (Einaudi) di Nicola Lagioi, presentato da Alberto Asor Rosa e Concita De Gregorio; “Il genio dell’abbandono” (Neri Pozza) di Wanda Marasco, presentato da Francesco Durante e Silvio Perrella; “Se mi cerchi non ci sono” (Manni) di Marina Mizza, presentato da Umberto Eco e Angelo Guglielmi; “Come donna innamorata” (Guanda) di Marco Santagat, presentato da Salvatore Silvano Nigro e Gabriele Pedullà; “Via Ripetta 155″ (Giunti) di Clara Sereni, presentato da Massimo Onofri e Domenico Starnone; “XXI Secolo” (Neo) di Paolo Zardi, presentato da Giancarlo De Cataldo e Valeria Parrella; “Dimentica il mio nome” (Bao Publishing) di Zerocalcare, presentato da Daria Bignardi e Igiaba Scego.

“Constatiamo che in molti libri emerge in maniera originale ed efficace la drammaticità delle nostre vite e dei tempi in cui viviamo. E’ stato difficile scegliere e lasciare fuori autori e libri interessanti”, dichiara Tullio De Mauro, presidente del comitato direttivo e della Fondazione Bellonci, che aggiunge: “Abbiamo avuto la chiara percezione che il nuovo sistema di votazione abbia restituito fiducia a molti autori pubblicati da editori medio-piccoli”.

Il comitato e l’introduzione di un’importante novità per il meccanismo di voto. Il comitato, che è presieduto da Tullio De Mauro e composto da Valeria Della Valle, Giuseppe D’Avino, Simonetta Fiori, Alberto Foschini, Paolo Giordano, Enzo Golino, Giuseppe Gori, Giovanna Marinelli, Melania G. Mazzucco, Edoardo Nesi, Luca Serianni, Maurizio Stirpe, ha selezionato i dodici libri in gara. Da quest’anno un’importante novità nel regolamento riguarda il meccanismo di voto per la Cinquina dei finalisti: i giurati nella prima votazione dovranno esprimere la loro preferenza per tre dei dodici libri in concorso, non più per uno solo.

La presentazione ufficiale dei 12 candidati è in programma giovedì 30 aprile alle 18 al Teatro San Marco di Benevento. La prima votazione si terrà come di consueto in Casa Bellonci, sede della Fondazione, dove sarà effettuato, mercoledì 10 giugno, lo spoglio dei voti degli Amici della Domenica, ai quali si aggiungono: 60 lettori forti selezionati ogni anno da librerie indipendenti italiane e 15 voti collettivi espressi da scuole, università e Istituti Italiani di Cultura all’estero, per un totale di 460 aventi diritto. La seconda votazione e la proclamazione del vincitore avverranno nel consueto scenario del Ninfeo di Villa Giulia giovedì 2 luglio. (AGI)


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog