Magazine Motori

Sentito al bar, il Mugello.

Da Motociclistidatavola
ECCO, QUESTO POST SAREBBE DA LEGGERE DALLA FOTO IN POI, LA PARTE PRIMA SAREBBE GIUSTO NON CI FOSSE. Consueto appuntamento con l'inutilità dei commenti del bar. Come ogni volta ci fregiamo di arrivare ultimi, perchè noi le cazzate le vogliamo pensare sul serio.Ora, divideremo questi commenti in due macro aree. Per la seconda ringraziamo l'importante stimolo di Flames che evidentemente ha trovato un week end libero ed ha dato fondo alle scorte di Finkbrau (scherzo, lo so che tu bevi bene).Però è doverosa una prima parte. Non vorremmo ma è doveroso.La gara della motogp del Mugello ci ha lasciato una marea di stimoli tecnici, una marea. Ma le notizie sono solo due: gran gara e tifosi di merda. Già, il fatto è proprio questo, le notizie sono solo queste, anzi i commenti alla gara si son conclusi già da un pezzo. Da ieri circola di tutto, immagini, video, audio. Uno schifo. Il web è pieno di gente che ha passato il suo lunedì a cercare immagini che potessero minare l'immagine di Lorenzo, che potessero dare risalto ai tifosi indemoniati che inveivano e ci davano un'immagine del Mugello e del tifo quanto meno opinabile. C'è un video che ritrae dei tifosi mentre impiccano e bruciano un manichino col numero 93 manco fossimo in una puntata del Trono di spade. Non pubblicherò quel video, non importa quanti di voi lo fanno come atto di denuncia, quel pataca che ha fatto il video e quel pataca che brucia il manichino godono in ogni caso. Basta postarlo, basta gratificarli. Fermiamoci noi.Sento gente che chiede ai piloti di prendere una posizione. Prendiamola noi. Perchè Rossi o Ducati o Lorenzo dovrebbero chiedere di calmarsi? Siamo noi i primi a cercare immagini, spulciare internet come cani da tartufo alla ricerca di questo o di quello. E lo siamo da ogni lato. Lo sono i tifosi Rossi e gli haters, come dicono di là dall'Atlantico. A m questo gioco fa schifo e mi dispiace scriverne. Seriamente. Ho intravisto la gara al ristorante e ho visto come sono gli spettatori delle moto, c'era gente che ha riso quando si è rotto il motore a Rossi (salvo poi smettere subito perchè “noi non siamo come loro”), c'è gente che ha invocato cadute multiple.Io penso che il motociclismo sia cresciuto un sacco e che si sia tirato dietro un mucchio di gente. Tocca a noi difendere il nostro mondo, tocca noi far capire come si segue il motociclismo.Se in tutte le testate, ieri e oggi, avete trovato due articoli, il commento alla gara ed il commento ai tifosi è perchè noi lo vogliamo. Perchè eravamo tutti in attesa che accadesse qualcosa al Mugello.Siamo partiti il giovedì con le guardie del corpo (ah, se ne sono ricordati in pochi ma pure il Sic in Spagna girò scortato) e siamo arrivati carichi come bestie la domenica, sotto al podio. Ho sentito Rossi in una intervista dire “Ma guarda che anche negli altri gran premi non si dorme, anche a Le Mans non si dorme”. Cosa vuol dire? Che la notizia la facciamo noi, noi volevamo succedesse qualcosa, noi volevamo un pataca che bruciava il manichino. Noi avevamo bisogno di qualcuno da giudicare con sprezzo perchè “noi non siamo come loro”.Fermate la macchina, non chiedete ad altri di farlo. Come sulle montagne russe, non si può chiedere di andare piano, si può decidere di non salire. E se non ci sale nessuno chiudono.Se volete condividere questo post, ad esempio, copiate e incollate solo la seconda parte, lasciate perdere questa prima.Sentito al bar, il Mugello.
Ecco, invece, le notizie del Mugello, la quantità di spunti che ci ha dato una corsa.
Michelin - Nonostante il gran caldo e il tracciato ostico, nessun problema e nessun condizionamento proveniente dalle gomme per l'intero week end. Promossi. Dopo aver condizionato tante gare pare che al Mugello abbiano trovato la quadra. Vi pare poco?
Lorenzo - da paura alla staccata della San Donato. Ha fatto capire nei primi tre passaggi a chiunque che proprio li non ce n'era per nessuno. Quando Rossi ha tentato un attacco (due volte, la seconda poi smentita o camuffata da inconveniente al cambio) é andato lungo. All'ultimo giro fra Biondetti 1 e Bucine ha dato una mazzata morale a Marquez. Ha dimostrato che anche nel corpo a corpo può dire la sua.
Rossi - dopo 9 anni (Valencia 2007) si verifica di nuovo una rottura in gara per il motore di Vale, proprio nel meno indicato degli appuntamenti. Avrebbe senza ombra di dubbio potuto dire la sua fino all'ultimo. La sensazione quest'anno é quella di un Rossi che non corre in difesa in balia degli eventi, ma quella di un pilota sempre nella posizione di poter sferrare un attacco o di alzare il ritmo alla bisogna. Rossi è più in forma dello scorso anno, sta raccogliendo meno e due zeri potrebbero essere troppi ma, Yamaha - due motori rotti in un sol giorno devono far suonare un campanello d'allarme. I veri motivi non verranno mai ufficialmente rivelati ma la cosa desta non poca preoccupazione dalle parti di Iwata. Potevano portare a casa due ritiri se, come ha detto Lorenzo, avesse fatto due giri in meno nel warm up. Spia dall'allarme per loro, speranza per gli altri.Honda - i rettilinei del Mugello mettono in mostra una Honda pressoché sullo stesso piano della Suzuki in quanto a prestazioni pure, decisamente un gradino sotto Yamaha e almeno due nei confronti del Desmo bolognese. Honda ritrova unMarquez in versione fenomeno che attacca, battaglia e sorpassa. Marquez pare il più sereno, il prossimo anno la sua tavola sarà ancora apparecchiata nello stesso modo, con gli stessi commensali. Attenzione.
Iannone - peccato la pessima partenza, sarebbe probabilmente stato nelle condizioni di cogliere la prima vittoria di carriera in MotoGP. Certamente entusiasta (forse pure troppo..) di aver ribadito a Ducati quale Andrea sia al momento piú competitivo in gara. Peccato per la dichiarazione da Calimero nel post gara, goditela una volta....
Gara - ritmo di gara non irresistibile, Rossi ha dichiarato (da prendere con beneficio di inventario) che sarebbe potuto essere almeno un paio di decimi piú veloce sul passo. Se ci fosse stato Rossi forse avremmo potuto assistere ad un arrivo a 4 ma, dato che coi se ed i ma non ci si fa nulla, direi che l'arrivo a due è stata una delle robe più entusiasmanti dell'ultimo periodo.
Aprilia - non pervenuta, citofonare Albesiano.
Poi qualche riflessione l'ho tagliata. Vedete quanti spunti ci sono stati al Mugello? Vedete su quali temi potevamo coinvolgere i nostri amici che seguono le moto da meno tempo, quelli che sono tifosi e non motociclisti. Parlate di questo, parlate di Lorenzo che vince anche nel corpo a corpo e fa paura, parlate di Honda cui manca qualche CV, parlate di Iannone che è carico a missile.Lasciate il resto nell'oblio. Le gente vende quello che la gente compra.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines