Magazine Calcio

Serie A 2^ Giornata: Juventus, Lazio e Napoli in testa, la Roma batte l’Inter

Creato il 03 settembre 2012 da Postscriptum

Serie A 2^ Giornata: Juventus, Lazio e Napoli in testa, la Roma batte l’Inter

Dopo le partite di sabato, la 2^ Giornata di Serie A regala gol e spettacolo: la Juventus vince a Udine per 4-0, la Lazio batte il Palermo 3-0 e il Napoli piega la Fiorentina 2-1 e vanno in testa alla Classifica; la Roma sbanca SanSiro 3-1 e batte l’Inter. Bene anche Parma, Catania e Sampdoria.

Udinese-Juventus 1-4: allo Stadio Friuli, l’Udinese di Francesco Guidolin, appena eliminata nei preliminari di Champions, affronta la Juventus di Massimo Carrera e Antonio Conte(sempre squalificato), e reduce dalla vittoria sul Parma. Udinese in campo col 3-5-1-1 e Fabbrini dietro Di Natale, la Juve replica col 3-5-2 e Giovinco accanto all’inamovibile Vucinic. La Juventus parte bene, e prima prova Vucinic un’azione d’attacco, e al 5′ lancio di Pirlo che libera Lichtsteiner, che calcia davanti a Brkic ma palla fuori. Al 12′ lancio per Giovinco, difesa udinese sorpresa, Brkic esce al limite e ferma l’attaccante cercando la palla, ma per l’arbitro è rigore ed espulsione: Udinese in 10, entra Padelli per Fabbrini, dal dischetto va Vidal che fa gol: 0-1 Juventus, ma la partità è cambiata. La partita si fa dura, la Juventus controlla ma non gioca molto bene, solo Giovinco tenta da fuori. Ci vuole allora Vucinic, che prima mette in difficoltà Padelli al 36′, poi al 45′ dal limite batte con un destro preciso il portiere: 0-2 Juventus.
Nella ripresa sembra cominciare come prima il match, Giovinco insidioso al 49′, ma al 52′ Guidolin mette in campo Muriel, cercando più velocità. Però la Juve è spietata, al 54′ tiro potente di Marchisio, Padelli respinge corto e Giovinco appoggia in gol: 0-3 Juventus. Giovinco prova, al 64′ Marchisio tira bene ma Padelli para, al 70′ ancora Padelli su Vucinic, poi al 72′ Giovinco fa gol con un destro in diagonale: 0-4. Girandola di cambi in entrambe le squadre, l’Udinese accorcia con Lazzari, ma la partita va al termine senza problema per la Juventus, che rimane in testa mentre l’Udinese deve superare la batosta ricevuta in Champions.


Serie A 2^ Giornata: Juventus, Lazio e Napoli in testa, la Roma batte l’Inter

Cagliari-Atalanta 1-1: allo Stadio Is Arenas di Quartu Sant’Elena, a porte chiuse, dato che i lavori sono ben lontani dal termine, il Cagliari di Massimo Ficcadenti affronta l’Atalanta di Stefano Colantuono, reduce dal ko interno contro la Lazio. Sardi che devono rinunciare a Pinilla e nel 4-3-3 Ficcadenti sceglie Larrivey con Ibarbo e Thiago Ribeiro, mentre Colantuono schiera il 4-4-1-1 classico orobico. Partita equilibrata in avvio, poi al 18′ Schelotto esce per infortunio dopo un tackle, e il Cagliari spinge e trova al 19′ un rigore per fallo di mano di Manfredini, ma dal penalty Consigli respinge il tiro di Larrivey. Il Cagliari però è caparbio e al 27′ Peluso atterra Ibarbo in area: il difensore, già ammonito, rimedia il secondo giallo e va fuori, ma dal dischetto Consigli sventa stavolta il tiro di Conti: incredibile errore sardo. Allora ancora Conti, Ibarbo e Thiago Ribeiro al tiro, ma nonostante un buon gioco non c’è niente da fare.
La ripresa vede l’ingresso dell’acciaccato Cossu ma l’Atalanta reagisce e Denis impegna la difesa sarda; ma il Cagliari ci prova con Thiago Ribeiro al 66′ e Consigli para il colpo di testa ma Stendardo travolge il proprio portiere, costretto a uscire per Polito. Nainggolan impegna Polito al 74′, poi Conti da fuori, ma all’80′ Denis corregge in porta una palla vagante in area durante un’azione atalantina: 0-1. Il Cagliari vede la beffa dietro l’angolo e reagisce e Ekdal al 91′ trova il pareggio in mischia. Cagliari e Atalanta si dividono la posta, ma forse i sardi avrebbero meritato di vincere.


Serie A 2^ Giornata: Juventus, Lazio e Napoli in testa, la Roma batte l’Inter

Catania-Genoa 3-2: allo Stadio Massimino il Catania di Rolando Maran dopo il pareggio con la Roma ripropone il 4-3-3 con Gomez e Barrientos a supporto di Bergessio, mentre il Genoa di Gigi De Canio, rinfrancato dalla vittoria contro il Cagliari, conferma il 4-3-3 con Jankovic e il neo acquisto Vargas dietro Immobile. Il Catania spinge forte all’inizi, Bergessio mette in crisi i centrali rossoblù, dagli esterni Gomez e Barrientos sfruttano i lanci di Ciccio Lodi. Al 18′ Barrientos servito da Gomez tira a lato, poi il Papu impegna Frey al 21′ e Bergessio in sforbiciata va vicino al gol al 22′, poi Almiron da fuori al 25′. Genoa che riparte e al 27′ colpisce con Immobile per Kucka che da solo in mezzo all’area avversaria fa gol: 0-1 Genoa. Almiron vicino al pari al 28′, poi Lodi al 43′, ma il primo tempo termina.
Nella ripresa sotto la pioggia i rossoazzurri hanno le idee chiarissime con Castro dentro al posto di Almiron e l’attaccante sfiora la rete al 57′. De Canio inserisce Jorquera che impegna Andujar al 62′ , ma il Catania trova finalmente il pareggio con Bergessio che dopo un’assist di Castro infila Frey di giustezza: 1-1. Genoa che subisce il colpo e al 68′ Bergessio su angolo di Lodi trova il guizzo di testa che porta in vantaggio gli etnei. Entra Borriello, appena tornato al Grifone, Jankovic tira al 70′ ma Andujar c’è, ma all’81′ il serbo scarica un tiro potente dei suoi e batte il portiere: 2-2. Il Catania non si arrende, conquista una punizione dal limite e all’84′ Lodi pennella in gol: 3-2 Catania che vince, e deve soffire fino all’ultimo con i buoni tentativi del Genoa.


Serie A 2^ Giornata: Juventus, Lazio e Napoli in testa, la Roma batte l’Inter

Inter-Roma 1-3: al Meazza di Milano l’Inter di Andrea Stramaccioni, reduce dalla vittoria di Pescara e dal passaggio del turno in Europa League, ospita la Roma di Zdenek Zeman, che ha pareggiato col Catania la Prima. Il 4-3-2-1 dell’Inter con Cassano e Sneijder dietro il Principe Milito e Alvaro Pereira in mezzo con Nagatomo terzino si oppone al classico 4-3-3 di Zeman che schiera Totti Osvaldo e Destro di punta. Roma che parte bene e al 15′ Totti pennella per Florenzi che lasciato solo dalla difesa interista fa gol: 0-1 Roma. Gialorosso che sembrano sul piano tattico più accorti della prima partita, linea difensiva alta ma non troppo e centrocampo più unito, con Totti che guida in campo i compagni. Milito anticipato da Stekelenburg al 16′, Sneijder da lontano al 21′, poi Cassano tenta la conclusione, ma solo dopol’uscita di De Rossi per infortunio, entra Marquinho, l’Inter cresce e soprattitto il centrocampo fa salire la squadra, con Guarin, Gargano e A.Pereira a aiutare l’attacco: il forcing interista premia Cassano che al 46′ si gira su Castan e Burdisso e batte con un rimpallo Stekelenburg: 1-1 Inter.


Serie A 2^ Giornata: Juventus, Lazio e Napoli in testa, la Roma batte l’Inter

La ripresa si apre con l’ingresso di Palacio per Cassano, poi Balzaretti si fa male e lascia a Taddei, ci prova Guarin al 60′, attento Stekelenburg, poi entra Cambiasso per Pereira, ma l’Inter, forse stanca per l’impegno in Coppa, cala e la Roma fa propria la partita: geniale imbucata di Totti per Osvaldo che supera la difesa dell’Inter e fa gol con il pallonetto al 68′, poi Florenzi va vicino al 75′, ma è Marquinho, servito da Osvaldo, a trovare di precisione il 3-1 Roma al minuto 81. L’Inter non c’è e Osvaldo trova il tempo di farsi espellere per doppia ammonizione al 90′, ennesima sciocchezza per l’italoargentino. Vittoria meritata per la Roma, che con un Totti così e il gioco voluto da Zeman può andare lontano, l’Inter si ferma ma l’impianto di gioco c’è, deve solo sistemare i movimenti soprattutto quelli dietro.


Serie A 2^ Giornata: Juventus, Lazio e Napoli in testa, la Roma batte l’Inter

Lazio-Palermo 3-0: netta vittoria della Lazio all’Olimpico che batte un Palermo in chiara difficoltà. Petkovic schiera il 4-5-1 con Klose unica punta, e un centrocampo di qualità, a cui manca ancora Ederson, mentre il Palermo cambia e Sannino schiera il 4-4-1-1 e Ilicic dietro Miccoli. Dopo un inizio equilibrato, la Lazio comincia a far gioco e Candreva è scatenato, Konko e Lulic sono incontenibili e Hernanes tira da lontano: tutti cercano Klose, ma la difesa rosanero tiene, almeno fino al 40′ quando Gonzales serve Klose che in mezzo batte Ujkani: 1-0 Lazio.
Palermo pieno di volontà ma pure senza idee, Candreva all’inizio del secondo tempo prova due volte e fa centro al 56′, quando si porta al centro e da 25 metri scarica all’incrocio dei pali: 2-0 Lazio. Dybala e Hernandez sono le carte del Palermo, ma la Lazio amministra e il Palermo prova ma senza rendersi minaccioso, allora all’85′ la palla arriva a Klose, che controlla di petto, si allunga la sfera e fa gol: tecnica straordinaria per l’attaccante tedesco, la Lazio chiude la partita.


Serie A 2^ Giornata: Juventus, Lazio e Napoli in testa, la Roma batte l’Inter

Napoli-Fiorentina 2-1: sul terreno del San Paolo, scandaloso, pieno di terra, povero di erba e pericoloso per i calciatori, il Napoli di Walter Mazzarri ancora privo dello squalificato Pandev ripropone Insigne dietro Cavani, come a Palermo, mentre la Fiorentina di Montella presenta Jovetic con El Hamdaoui. Parte molto bene la Fiorentina, con Pasqual che mette in mezzo palloni invitanti, mentre El Hamdaoui impensierisce De Sanctis al 12′, Borja Valero ci prova al 15′, e lo spunto di Jovetic al 20′ è interessante; sul terreno di gara il Napoli fa fatica, ma Cavani cerca l’inserimento al 28′, mentre Insigne non riesce a smarcarsi e Hamsik supporta poco l’azione. Del resto, neppure Maggio e Zuniga possono molto viste le condizioni degli esterni.


Serie A 2^ Giornata: Juventus, Lazio e Napoli in testa, la Roma batte l’Inter

Nel secondo tempo il Napoli cambia velocità e prima Hamsik tenta la conclusione, poi al 55′ punizione di Zuniga, Hamsik di testa trova la deviazione di Borja Valero e porta in vantaggio i suoi: 1-0 Napoli. Entra Ljajic tra i viola, ma la Fiorentina sembra aver smarrito velocità: al 75′ Dzemaili riprende una respinta al limite e batte Viviano: 2-0 Napoli. I viola accorciano dopo una bella azione con Jovetic con un destro preciso all’angolino della porta azzurra,il Napoli resiste e porta via tre punti veramente fondamentali.


Serie A 2^ Giornata: Juventus, Lazio e Napoli in testa, la Roma batte l’Inter

Parma-Chievo 2-0: allo Stadio Ennio Tardini Roberto Donadoni, ancora senza Amauri, propone Belfodil e Pabon di punta, con Biabiany a destra a centrocampo, mentre Mimmo Di Carlo conferma in generale la squadra che ha battuto sette giorni fa il Bologna, ma con Cruzado dietro Pellissier e Thereau. Avvio buono per i ducali, ma le occasioni non arrivano, ma nemmeno per il Chievo; il Parma cerca molto l’esterno, e al 32′ da lì Valdes apre per Galloppa, cross in mezzo dove irrompe Belfodil con uno stacco imperioso: 1-0 Parma.
Il Chievo reagisce nel secondo tempo con Thereau, il migliore dei suoi, cerca più volte la porta, ma predica nel deserto. Il Parma allora riparte quando può e fino all’86′ controlla, quando Biabiany pesca Rosi, appena entrato, che entra in area, si aggiusta la mira e batte Sorrentino: 2-0 Parma e vittoria emiliana.


Serie A 2^ Giornata: Juventus, Lazio e Napoli in testa, la Roma batte l’Inter

Sampdoria-Siena 2-1: dopo la vittoria col Milan, la Sampdoria di Ciro Ferrara affronta il Siena di Cosmi, ultimo a -5. Enzo Maresca fa il suo esordio in maglia doria, nel 4-3-3 blucerchiato, mentre i bianconeri replicano con Zè Eduardo accanto a Calaiò. Eder contro tutti all’inizio, col brasiliano che si libera tre volte e affronta Pegolo al 13′, ma è il lavoro in mezzo di Maresca, Poli, Obiang a dare il gioco che serve alla Samp, mentre il Siena fatica a costruire. La Sampdoria cresce con Estigarribia, ma per il gol si deve attendere il 45′, quando Maxi Lopez prende palla in area, movimento a girarsi e gol di sinistro all’angolo.
La Sampdoria quindi aspetta il Siena in avvio di secondo tempo: Calaiò, D’Agostino e Zè Eduardo provano, ma il gol non arriva; palo su punizione di Eder, e l’occasione del Siena è però al 62′, quando Gastaldello atterra Calaiò in area: rigore del quale si occupa Calaiò, il tiro coglie il palo ma sulla respinta è veloce Vergassola a fare gol e l’ 1-1. La Sampdoria però non ci sta e dopo un’azione confusa Obiang mette in mezzo Gastaldello che, in fase d’attacco, fa gol: 2-1 Sampdoria, che ha il merito di lottare su ogni palla e Maresca centra la traversa su punizione, Felipe si fa espellere e permette alla Sampdoria di gestire la partita.


Serie A 2^ Giornata: Juventus, Lazio e Napoli in testa, la Roma batte l’Inter

Adesso il Campionato si ferma per lasciare spazio alla Nazionale e le Qualificazioni Mondiali, la Serie A torna il 15 settembre.

Risultati e Classifica Serie A 2^Giornata
Bologna-Milan 1-3
Cagliari-Atalanta 1-1
Catania-Genoa 3-2
Inter-Roma 1-3
Lazio-Palermo 3-0
Napoli-Fiorentina 2-1
Parma-Chievo 2-0
Sampdoria-Siena 2-1
Torino-Pescara 3-0
Udinese-Juventus 1-4

Juventus 6
Napoli 6
Lazio 6
Sampdoria 5
Catania 4
Roma 4
Genoa 3
Fiorentina 3
Milan 3
Inter 3
Torino 3
Chievo 3
Parma 3
Cagliari 1
Udinese 0
Pescara 0
Palermo 0
Bologna 0
Atalanta -1
Siena -5

Sampdoria, Torino, 1 punto di penalizzazione
Atalanta 2 punti di penalizzazione
Siena 6 punti di penalizzazione


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :