Magazine Calcio

Serie A: la Lazio si impone del derby, il Napoli passa a Parma grazie ai regali

Creato il 05 marzo 2012 da Postscriptum
Serie A: la Lazio si impone del derby, il Napoli passa a Parma grazie ai regali

L'eroe dell'Olimpico è Stefano Mauri, suo il gol vittoria nel derby

Il pomeriggio della Serie A regala le emozioni di un derby, quello della capitale, combattutissimo come di solito e vinto da una Lazio cinica e spietata; il Napoli riesce a vincere a Parma ma sul risultato pesano gli errori dell’arbitro Valeri che regala la partita ai partenopei; vittorie convincenti di Fiorentina e Siena; pareggi per Udinese e Lecce.

La giornata numero 26 in Serie A, per quanto riguarda la sessione domenicale, si apre con l’anticipo delle 12:30 tra Parma e Napoli con i partenopei chiamati a confermare quanto di buon espresso contro Chelsea e Inter ma gli emiliani tutto sono tranne che squadra cuscinetto per cui la difficoltà è comunque non indifferente. Ci pensano però Paolo Valeri ed il suo staff a spianare la strada al Napoli con errori così gravi da far dubitare della sanità mentale di arbitro e guardalinee: nel primo tempo Cavani si sgambetta da solo nell’area del Parma, rigore e vantaggio napoletano; verso la fine del primo tempo Dzemaili da un pugno al pallone in piena area, rigore netto non assegnato al Parma; nella ripresa Lavezzi segna in posizione enttissima di fuorigioco, gol convalidato mentre nell’area del Napoli Campagnaro sgambetta Giovinco e ovviamente, non è rigore. Risultato e partita completamente falsati.

A Firenze la Viola regola un Cesena sempre più candidato alla retrocessione con un netto 2 a 0 maturato grazie all’autogol di Moras, propiziato da Amuri, e al bel gol di Nastasic, prima rete italiana per il forte e giovane centrale difensivo della Fiorentina.
Rimanendo in Toscana, spostandoci a Siena, registriamo la roboante vittoria dei bianconeri sul Cagliari. Tre a zero il risultato finale con reti di Bogdani, Calaio (splendida marcatura) e Del Grosso.

Non riesce la straordinaria rimonta al Lecce di Serse Cosmi che va sotto grazie ad un gol dubbio del genoano Sculli per poi perfezionare la rimonta con i bellissimi gol di Luis Muriel e Davide Brivio. Nel finale il Genoa conquista il punto dopo il gol di Beppe Sculli, doppietta per lui.

Serie A: la Lazio si impone del derby, il Napoli passa a Parma grazie ai regali

Luis Muriel, astro nascente del calcio sudamericano

Pareggio e onore delle armi per Udinese e Atalanta in una partita che aveva tutte le premesse per essere piena di emozioni e gol ma che si rivela un match nervoso.

Bologna-Novara viene rinviata eccezionalmente alle 18:30 per permettere la normale affluenza ai funerali di Lucio Dalla. Il Bologna vuole allontanarsi dalla zona retrocessione proprio ai danni del Novara penultimo in classifica. La partita è molto maschia ma anche nervosa con un momento particolarmente convulso quando viene espulso Caracciolo dalla panchina; il Novara sa bene che il baratro è lì a due passi ma non può far nulla contro un avversario superiore per quantità e qualità di gioco che passa in vantaggio nel finale con Robert Acquafresca al termine di una assurda carambola in area di rigore. Maiuscola la prestazione di Alessandro Diamanti e 1 a 0 dedicato a Lucio Dalla il risultato finale.

Nel posticipo serale l’Inter cerca in casa contro il Catania l’ennesima opportunità di rinascita per inseguire quel terzo posto che sembra essere sempre più un miraggio, così come il bel gioco e la solidità difensiva nelle ultime uscite del club nerazzurro. Di fronte c’è un Catania motivato a fare bene, anche se questo non sempre gli riesce lontano dalle mura amiche del Massimino, dovela formazione siciliana all’andata si era imposta per 2 a 1. Il primo tempo al Meazza è però di pura marca rossoblù con l’Inter in partita fino al vantaggio di Gomez, poi il nulla nerazzurro lascia il posto al Catania che raddoppia con un gol viziato da un fuorigioco netto e che potrebbe dilagare con le molte occasioni avute fino alla mezz’ora del secondo tempo. Poi Ranieri cambia tutto e viene ripagato dalla paperissima del portiere catanese che regala il primo gol italiano a Forlan, ci pensa infine Milito con uno splendido gol a firmare il pareggio-brodino che forse salva la panchina di Ranieri ancora per una settimana ma la pochezza espressa dall’Inter è parecchio preoccupante e non sempre davanti ci sarà un Catania sprecone.

I numeri della giornata numero 26.
Palermo-Milan 0-4
Juventus-Chievo 1-1
Parma-Napoli 1-2
Fiorentina-Cesena 2-0
Lecce-Genoa 2-2
Roma-Lazio 1-2
Siena-Cagliari 3-0
Udinese-Atalanta 0-0
Bologna-Novara
Inter-Catania


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :