Magazine Curiosità

Serotino, Write-off; Accento; Perle

Creato il 08 gennaio 2020 da Chinalski

Seròtino
Dal latino serotinus ‘tardo’, derivato dell’avverbio sero ‘tardi’.
Aggettivo.
1. (letterario) Di sera, serale: Noi andavam per lo vespero, attenti Oltre quanto potean li occhi allungarsi Contra i raggi serotini e lucenti (Dante).
Elongazione (o apparizione) serotina: (astronomia) con riferimento ai pianeti Venere e Mercurio.
Febbricola serotina: (medicina) moderata elevazione febbrile che si verifica nelle tarde ore del pomeriggio, in particolare nella tubercolosi polmonare.
2. Che matura o si sviluppa tardi.
(botanica) Di pianta che fiorisce e dà i frutti tardi nell’anno, o di frutti a maturazione tardiva: pere, mele serotine.
Di agnelli e altri animali d’allevamento nati alla fine del periodo in cui normalmente avvengono le nascite: gremiti d’agnelli e di capretti …, i primaticci, i mezzanelli E i serotini (Pascoli).
Decidua serotina (o serotina, sostantivo femminile): (anatomia) lo strato basale della decidua gravidica o caduca della zona d’impianto dell’uovo, dalla quale si sviluppa la porzione materna della placenta, così detta con riferimento al fatto che nel secondamento si presenta per ultima.

Una (parola) giapponese a Roma

Write-off [rait’of]
Voce inglese, propriamente ‘cancellare, depennare’.
Sostantivo maschile invariabile.
(economia) Manovra contabile che consiste nell’inserire fra le perdite una componente dei costi precedentemente iscritta all’attivo, come ad esempio un credito divenuto non più esigibile.

L’accento, questo sconosciuto

Si dice seròtino, e non serotìno.

Perle linguistiche

"Ormai non ci sente niente, bisogna urlare a crepapelle."

Durante una conversazione telefonica, proposta da Pietro Scalzo. Crepapelle è già una parola monouso della Parolata.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog