Magazine Cultura

SHADOWHUNTERS BLOG TOUR: Città degli angeli caduti – I Personaggi

Creato il 29 febbraio 2016 da Anncleire @anncleire

SHADOWHUNTERS BLOG TOUR: Città degli angeli caduti – I Personaggi

Sono molto felice oggi di essere qui a presentarvi un Blog Tour molto speciale. Cassandra Clare è l’autrice che mi ha spinto ad iniziare a leggere in inglese e le sarò sempre infinitamente grata. Back nel 2011, quando l’ho scoperta, nel mondo dei libri d’oltreoceano c’era il fermento, perché a distanza di anni la scrittrice statunitense si era decisa a riprendere in mano la saga The Mortal Instruments che sembrava conclusa con City of Glass (Città di Vetro). E invece non solo non era finita, ma la Clare ha creato tutto un mondo parallelo in cui gli shadowhunters continuano a vivere, respirare e moltiplicarsi. E mentre ci prepariamo ad accogliere il primo volume de The Artificial Devices, con altre 18 blogger, vi stiamo accompagnando alla scoperta e/o riscoperta della saga originale.

Ogni tappa ospita un libro della saga Shadowhunters e tre recensioni. Le tre recensioni, a cura di blogger diversi, sono una incentrata sulla trama, una sui personaggi e l’altra sulle tematiche. Alla fine del blog tour avremo così parlato di tutti e 6 i libri della saga, approfondendo per ciascuno trama, tematiche e personaggi. La mia recensione si concentrerà proprio sui personaggi!

SHADOWHUNTERS BLOG TOUR: Città degli angeli caduti – I Personaggi

Lei si ritrasse. — Quello che hai detto non ha senso.

— E questo nemmeno — rispose Jace. — Sono stanco di fingere di poter vivere senza di te, non lo capisci? Non lo vedi che tutto questo mi sta uccidendo?

Clary lo fissò. Sapeva che era sincero, lo vedeva in quegli occhi che conosceva come i propri, in quelle ombre bluastre che li segnavano, lo sentiva nel sangue che pulsava nella gola di lui. Il desiderio di ricevere delle risposte lottò contro la parte più primitiva del suo cervello e ne uscì sconfitto. — Allora baciami — sussurrò, e lui premette la bocca contro la sua, mentre i loro cuori si scontravano attraverso i sottili strati di stoffa bagnata che li dividevano.

“Città degli angeli caduti”  è il quarto volume della serie “The Mortal Instruments” arrivato come un regalo insperato della Clare per i fan della serie. Quando “Città di Vetro” giunge all’epilogo tutto sembra essere finito per il meglio. La guerra è finita, Clary finalmente sta con Jace e tutto sembrerebbe andare per il meglio… ma insomma con la Clare non c’è mai da stare tranquilli, e i guai sono giusto dietro l’angolo. Immergersi in questa New York magica è sempre un piacere immenso.

La guerra è conclusa e Clary è tornata a New York, intenzionata a diventare una Cacciatrice di demoni a tutti gli effetti. E finalmente può dire al mondo che Jace è il suo ragazzo. Ma ogni cosa ha un prezzo. C'è qualcuno che si diverte a uccidere gli Shadowhunters, e ciò causa fra Nascosti e Cacciatori tensioni che potrebbero portare a una seconda, sanguinosa guerra. Simon, il migliore amico di Clary, non può aiutarla. Sua madre ha scoperto che è un vampiro e lui non ha più una casa. E come se non bastasse, esce con due ragazze bellissime e pericolose, nessuna delle quali sa dell'altra. Quando anche Jace si allontana senza darle spiegazioni, Clary si trova costretta a penetrare nel cuore di un mistero che teme di svelare fino in fondo: forse è stata lei a mettere in moto la terribile catena di eventi che potrebbe farle perdere tutto ciò che ama. Jace compreso.
Amore. Sangue. Tradimento. Vendetta. La posta in gioco non è mai stata così alta per gli Shadowhunters…

Adoro la Clare, il suo modo sempre efficace di creare una scena in cui far muovere i suoi personaggi, alla ricerca di una crescita che sfugge sempre le regole, che si abbatte contro i disastri di una comunità magica/demoniaca/angelica incredibilmente eterogenea e sorprendentemente complessa. Niente è lineare nel mondo degli Shadowhunters e ogni elemento si va a sommare alla costruzione di una storia che non finisce tra le pagine, ma sembra emergere per creare qualcosa di unico. E da un lato abbiamo Clary, che se ha assunto una nuova consapevolezza rispetto a “Città di Ossa” pure fondamentalmente resta un’insicura alla ricerca costante di conferme da parte di chi la circonda. Clary non si rassegna di fronte ai silenzi e gli allontanamenti, Clary non accetta di aver finalmente conquistato l’amore di Jace per vederselo sottrarre lentamente ma inesorabilmente. Clary è sicuramente la ragazza che compie il cammino più grosso, che in un certo senso viene posta di fronte all’irrimediabile. Ogni sua convinzione è stata spazzata via, e deve capire che non è al lei al centro della scena. Jace, che è sempre incredibilmente focoso, indomabile, irriverente, sexy, uno di quei ragazzi che vorresti prendere a schiaffi tutto il tempo ma che ti intenerisce troppo per non averlo sempre al tuo fianco. Jace è sopra le righe, incosciente, abituato a cavarsela da solo, a scappare da chi lo vorrebbe incasellare in un qualche preconcetto. Jace, forte e intrepido, vuole cavarsela da solo, anche quando significa troncare ogni legame con chi lo circonda e con chi lo ama. Gli strascichi di una battaglia che ha coinvolto tutti non lo lasciano indifferente Jace è uno di quei personaggi che non ha bisogno di troppe parole, che vive da solo in mezzo alla scena, che si nasconde dietro i suoi modi teatrali per non ammettere le sue fragilità. Jace tormentato dagli incubi e dalla consapevolezza di avere certi geni, di rischiare di rispecchiare qualcuno che odia con tutto sé stesso. Jace si tormenta, in silenzio, spazzando via tutto quello che ama, per non ammettere la sua sofferenza.

Eppure Jace e Clary insieme sono sempre esplosivi, lasciano sempre quel miscuglio di gioia e intensità, irruenza e dolcezza, passione e insicurezza che si mischia ad una storia appena nata e un amore troppo grande per essere contenuto.

— Esistono cose più importanti della sincerità — lo interruppe Jace. — Pensi che mi diverta a farla stare male? Pensi che mi piaccia sapere che la sto facendo arrabbiare, o che magari mi sto facendo odiare? Perché pensi che sia qui? — Guardò Simon con addosso una specie di rabbia triste. — Non posso stare con lei. E se non posso stare con lei, allora non mi importa molto di dove sto. Tanto vale che stia con te, Simon, perché se almeno sapesse che ti sto proteggendo, forse ne sarebbe contenta.

— Cerchi di farla felice pur sapendo che il motivo principale per cui non lo è sei proprio tu — disse Simon, senza molto tatto. — Non ti sembra un po’ una contraddizione?

— Ma l’amore è una contraddizione — rispose Jace tornando a guardare fuori dalla finestra.

Ma la vera svolta arriva da parte di Simon, che come al solito è uno dei miei preferiti e in questo libro deve fare i conti in maniera diretta con le conseguenze della sua trasformazione in Vampiro e con il suo essere speciale. Simon resta da solo in un mondo che non capisce, in una realtà lontanissima da lui, in una situazione che è molto più grande di lui. E deve imparare a cavarsela da solo. A diventare adulto in un mondo di cui non conosce le regole. Ma Simon è molto più forte di quello che sembra, Simon ha tutte le carte in regola per cavarsela egregiamente.

Non mancano neanche gli altri membri della combriccola, in primo luogo Magnus Bane. Bane che di certo non lascia indifferenti né per i suoi modi affabili né per il suo indiscutibile fascino. Magnus che sembra sempre arrivare al momento giusto per salvare i ragazzi da situazioni imbarazzanti e momenti da paura infinita. Mentre cercano di ricostruire l’Accademia a New York, grazie soprattutto a Maryse, la madre di Alec e Isabelle, pure non mancano le incursioni dei Fratelli Silenti, questi esseri strani e misteriosi che si ritrovano coinvolti nelle vicende degli shadowhunter che lottano senza sosta per il bene.

Tra vecchie conoscenze e nuovi personaggi, come Kyle che in qualche modo adotta Simon, New York si anima di un nuovo mistero e i nostri prodi devono capire che cosa sta succedendo, per non perdersi e ritrovarsi più forti di prima.

Il particolare da non dimenticare? Un coltello…

Un quarto libro che apre le porte ad un nuovo scenario, che risorge dal precedente volume e si articola in una storia tutta da leggere in puro stile Cassandra Clare, irrinunciabile.

Buona lettura guys!

La Serie The mortal instruments:        

- City of bones in italiano per Mondadori Città di ossa

- City of ashes in italiano per Mondadori Città di cenere

- City of glass in italiano per Mondadori Città di vetro

- City of fallen angels in italiano per Mondadori Città degli angeli caduti

- City of lost souls in italiano per Mondadori Città delle anime perdute

- City of heavenly fire in italiano per Mondadori Città del fuoco celeste

IL CALENDARIO

1°TAPPA: CITTÀ DI OSSA

Leggere Romanticamente | Sognando tra le righe  |  ParanormalBooksLover

2°TAPPA: CITTÀ DI CENERE

Il cibo della mente  |  Coffee and books  |  Atelier dei libri

3°TAPPA: CITTÀ DI VETRO

Romanticamente Fantasy Sito  |  Reading is believing  |  Ombre Angeliche

4°TAPPA: CITTÀ DEGLI ANGELI CADUTI

Le tazzine di Yoko  |  Please Another Book  |  The Bookshelf

5°TAPPA: CITTÀ DELLE ANIME PERDUTE

Il colore dei libri  |  Leggere fantastico e romantico  |  Dreaming Fantasy

6°TAPPA: CITTÀ DEL FUOCO CELESTE

Sognando leggendo  |  Bookish Advisor  |  Bookshunter

SHADOWHUNTERS BLOG TOUR: Città degli angeli caduti – I Personaggi

GIVEAWAY

Partecipando al Blogtour avrete la possibilità di vincere una copia de SIGNORA DELLA MEZZANOTTE


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines