Magazine Cultura

Si scrive gli o li?

Creato il 03 aprile 2020 da Annare

Gli o li? I due pronomi personali hanno funzioni diverse e non possono in nessun caso essere confusi.

  • Gli, pronome indiretto, risponde sempre alla domanda: "A chi?" e, quindi, significa: "A lui". Ecco qualche esempio: "Gli ho dato", "Gli ho scritto" cioè: "Ho dato a lui/loro", "Ho scritto a lui/loro". Si accetta gli anche con significato di "a loro", mentre non funziona come "a lei" cui va preferito sempre "le": "Le ho dato", "Le ho scritto".
  • Li, pronome diretto, significa "loro" e risponde alla domanda "Chi?". "Li ho visti", "Li ho chiamati" vale a dire: "Ho visto (chi?) loro, Mario e Gianni", "Ho chiamato (chi?) loro, Antonio e Maurizio".

Un approfondimento a proposito di gli o li: perché si dice "gli pneumatici"?

Al singolare è lo pneumatico e al plurale gli pneumatici: ecco perché.

Riprendiamo le regole basilari sull'uso degli articoli determinativi: lo viene solitamente usato davanti ai nomi maschili che iniziano per semiconsonante, z, la rara x, sci, gn e i nessi consonantici che comincino o meno per s. Per chiarezza diciamo: lo zaino, lo xilofono, lo yogurt, lo sbadiglio, lo scialle, ma anche lo shampoo, lo gnomo e, per finire, ma la serie di esempi potrebbe allungarsi molto, lo pneumatico.

Per moltissimi anni, indipendentemente dalla regola grammaticale, il pneumatico non ha ricevuto forti censure; recentemente, grazie anche al massiccio uso che se ne fa in pubblicità, la più corretta forma lo pneumatico, e quindi, gli pneumatici, sta vivendo una inattesa primavera. Scriviamo, dunque, e diciamo gli pneumatici, ma, qualora ci sfuggisse i pneumatici, non inchiodiamo.

Foto | Pixabay


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog