Magazine Società

Sicurezza e Ruggeri, il lavoro delle forze dell’ordine e dei volontari

Creato il 19 luglio 2017 da Stivalepensante @StivalePensante

" L'evento di sabato sera è il frutto di un grande lavoro di squadra che è iniziato da mesi. Tante le riunioni con Francesco Pellicini ed incontri anche con Oscar Masciadri che hanno fatto sì' che riuscissimo ad ottemperare a tutte le richieste in modo concreto", commenta così, a qualche giorno di distanza, il consigliere delegato al Turismo e al Commercio, Laura Frulli, la serata di sabato sera, quando Enrico Ruggeri si è esibito nella splendida cornice del Parco a Lago di Luino.

Su Facebook, però, se alcuni cittadini hanno criticato i controlli per giungere nella location del concerto, con solo due ingressi (ndr, da viale Amendola e piazza Garibaldi), tanti altri luinesi si sono complimentati con l'organizzazione del comune, insieme alla Polizia Locale, alle altre forze dell'ordine e ad un gruppo di volontari. " Tengo a sottolineare - spiega ancora Frulli - che i fatti accaduti a Torino e a Manchester hanno avuto come conseguenza l'emissione di nuove norme che garantiscono la pubblica sicurezza. Norme riassunte in una circolare del Prefetto di Varese alla quale ha fatto seguito un provvedimento emesso dal sindaco Andrea Pellicini il quale ha ricevuto anche i complimenti dallo stesso Prefetto per l'ottimo lavoro svolto dalla Comandante Elvira Ippoliti. Proprio per questa ragione, ringrazio ancora la Polizia Locale e la Comandante: siamo i primi in tutta la provincia ad aver creato un piano che farà da 'buona pratica' per coloro che dovranno adeguarsi alle nuove normative. La manifestazione ha richiesto un piano di sicurezza ed un piano di evacuazione che sono poi stati sottoposti alla commissione comunale pubblici spettacoli il giorno prima dell'evento ".

Insieme alle autorità, però, è stato uno staff di volontari ad essere impegnato nel garantire la sicurezza. " Tutto si è svolto per il meglio, da ora in avanti per eventi più importanti ci si baserà anche su uno staff di steward volontari, che, per la prima volta, ha preso parte anche alla manifestazione tenutasi sabato. Questa - continua ancora Frulli - è la conferma che il comune vive grazie al cuore dei suoi cittadini, non è solo un Ente ".

"Farei una considerazione anche in merito ai nostri eventi comunali, molto spesso a basso impatto economico ma a grande impatto sociale. Non possiamo far pagare agli organizzatori i costi aggiuntivi della sicurezza, come gli steward. La direttiva Gabrielli non dà limiti numerici, ma fissa misure che valgono per tutti gli eventi in cui è previsto grande afflusso di pubblico. Le nostre associazioni, organizzatrici di manifestazioni, fanno già un atto di volontariato e non possono supportare ulteriori esborsi. Per noi questi piccoli appuntamenti sono essenziali perché servono a vitalizzare il territorio".

"Per l'evento di Enrico Ruggeri, è stato creato un comitato tecnico, che ha fissato le griglie per la sicurezza alla luce delle nuove normative, delle "linee guida" valide per tutti gli eventi. La nostra idea è quella di formare volontari, che possano fare gli steward a sostegno della sicurezza. Ringrazio anche il Dirigente della Polizia di Stato Dottoressa Valeria Consolmagno che ha avuto un ruolo di importante responsabilità per il coordinamento delle Forze di Polizia presenti alla serata così come ringrazio il personale presente".

Infine, i ringraziamenti. " A coloro che hanno fatto parte dello staff - conclude Laura Frulli -: un enorme 'grazie' per la collaborazione alla Luino Ladies capitanata da Luca Don, alla Canottieri di Luino, alla Canottieri di Germignaga, alla parrocchia. Un sentito ringraziamento agli uffici comunali e alla Pro Loco di Porto Valtravaglia per le sedie che ci hanno dato in prestito. Un'ultima riflessione: è proprio vero, l'unione fa la forza ".

Ancora nessuna conferma ufficiale, invece, sui contributi totali del comune di Luino per l'intera organizzazione del concerto, inserito all'interno del programma estivo del "Festival della Comicità".


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :