Magazine Musica

Simone Piva e I Viola Velluto - Fabbriche polvere e un campanile nel mezzo, di Luca Paoli

Creato il 12 agosto 2019 da Athos56
Simone Piva e I Viola Velluto - Fabbriche polvere e un campanile nel mezzo, di Luca Paoli
                    Simone Piva e I Viola Velluto - Fabbriche polvere e un campanile nel mezzoDi Luca PaoliInteressante e intrigante progetto dell’autore, cantante e chitarrista Simone Piva.Incomincia a comporre già nel 2000 e nel 2008 crea il progetto Simone Piva & i Viola Vellutocoadiuvato da Alan Liberale (batteria e percussioni), Luca Zuliani (contrabbasso), Federico Mansutti (trombe), Francesco Imbriaco (piano e tastiere) e Matteo Strazzolini (chitarre elettriche, acustiche e slide chitarra).Con questa formazione danno alle stampe quattro album distribuiti in tutta Italia, e suonano in importanti palchi con artisti quali Nada, Zen Circus, Tre Allegri Ragazzi Morti e Morgan.Di importanza è il concerto tenuto a Parigi al Petit Théâtre du Bonheur.Le esperienze si susseguono suonando in prestigiosi festival della nostra penisola.
Simone Piva e I Viola Velluto - Fabbriche polvere e un campanile nel mezzo, di Luca Paoli
La Band friulana ha pubblicato da poco l’ultima fatica dal titolo “Fabbriche Polvere E Un Campanile Nel Mezzo”, quinto album veramente godibile che mischia in modo impeccabile il Pop Rock con elementi Western.I testi scritti dallo stesso Simone sono attuali, parlano della nostra realtà usando come metafora la polvere, le pistole e i cani sciolti.Sul versante musicale, come scritto sopra, il sound è un bel mix di rock dalle sonorità da terra di frontiera con una tromba che serpenteggia spesso tra le tracks del disco.Non mancano le ballate, come la bella “Imprevisti”, uscita anche come singolo e “Sergio Leone”, dichiarato amore del Nostro verso il cinema Western all’italiana.La Battaglia Infuria”, seconda traccia del disco, è un bel rock che ci racconta “quanto è difficile rimanere vivi, ma liberi da tutte le speranze”.Fondamentale la tromba di Federico Mansutti nel portare l’ascoltatore nel bel mezzo di un film Western.
Il consiglio è di ascoltare questo album in auto durante un viaggio verso mete sconosciute.
Simone Piva si conferma ottimo compositore e i suoi Viola Velluto ottimi musicisti in grado di portare nel West il cantautorato rock nostrano.
Come sempre un plauso va alla Music Force/ Toks di Alessandro Carletti Orsini, che pubblica sempre dischi molto interessanti in grado di soddisfare la voglia di musica di qualità e di credere ancora in questo sogno.
Il disco è distribuito a livello nazionale da Egea Music.

Tracklist1.   Intro2.   La battaglia infuria3.   Da dove vengo4.   Cani sciolti5.   Imprevisti6.   Oggi si uccide domani si muore7.   Sergio Leone8.   Questa estate9.   Il destino di un uomo

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog