Magazine Informazione regionale

Siracusa: il contributo dell’Associazione Morphósis alle manifestazioni contro la violenza sulle donne organizzate a Priolo

Creato il 03 dicembre 2014 da Giornalesiracusa

10626405_1018941768132421_1964732771937488291_oNews Siracusa: in occasione del 25 novembre Giornata Internazionale Contro la Violenza sulle Donne, l’amministrazione comunale di Priolo Gargallo ha promosso un’intera settimana di iniziative ed attività volte a sensibilizzare la cittadinanza ed in particolare i più giovani.

Sono passati pochi giorni dalla manifestazione organizzata in occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne, evento in cui l’Associazione Morphósis ha avuto un ruolo importante, è tempo di bilanci e di considerazioni. – afferma il presidente dell’Associazione Morphósis, Mario LentiniIn riferimento alla settimana organizzata dal comune di Priolo Gargallo, in sinergia con le associazioni, gli enti di supporto, di consiglio e di informazione, Morphósis ha dato il suo contributo nella presentazione di tre giorni di attività rivolte agli istituti scolastici di Priolo, il I ed il II istituto comprensivo, giornate in cui sono stati veicolati contenuti di fratellanza e rispetto, ed in cui ci si è soffermati sulle pari opportunità e sulle politiche di genere.

10428683_1021432217883376_7164543372220404292_n

Grazie al preziosissimo contributo dello Sportello Antiviolenza di Priolo Gargallo, affiliato alla Rete antiviolenza fondata da Raffaella Mauceri, - prosegue Mario Lentini - i tre giorni sono stati pianificati al dettaglio, strutturati in modo tale da offrire momenti di informazione teorica (Trattato di Amsterdam, Direttiva Prodi, Trattati Europei sulla parità di Genere) e di formazione pratica (antistalking, prevenzione e aiuto, dimostrazione sportello antiviolenza). Gli studenti hanno risposto in maniera eccellente con ricche riflessioni, domande pertinenti, considerazioni profonde e partecipate. Il gradimento è stato molto alto anche tra le insegnanti, tra i vari assessori e le rappresentanze comunali, nonché tra i visitatori esterni giunti per l’occasione. Un bilancio assolutamente positivo.

Le forze in campo sono state molteplici e di diversa natura, Morphósis ha impiegato l’intero gruppo operativo, di cui fanno parte nove associati, tutti rigorosamente professionisti del proprio settore di formazione (esperti di cultura, manager di imprese culturali, linguisti, avvocati, restauratori, infermieri) uniti da un preponderante senso sociale. Gli operatori hanno interagito con i fruitori, instaurando un rapporto di proficuo dialogo e stimolando al confronto ed alla riflessione. L’idea di rivolgersi soprattutto alle scuole, nasce dalla consapevolezza che per realizzare una società migliore di questa, bisogna lavorare sui ragazzi, sulla formazione di una coscienza civica più improntata al rispetto degli altri, delle differenze, delle generalità. Le scuole hanno una grande responsabilità, quella della formazione socio-culturale, in tal senso le associazioni inerenti, risultano per ovvie ragioni alleate preziose.

10690232_1021407401219191_8769957907471120218_n
Il 25 Novembre, si è tenuto il seminario divulgativo che voleva commemorare il giorno istituzionalizzato contro la violenza sulla donna ma soprattutto, più che parlare del problema, voleva parlare della soluzione allo stesso. Durante il seminario si è parlato di: ‘Genere, politiche di parità, differenze ed analogie’, con la Psicologa e Psicoterapeuta Dott.ssa Laura Uccello; ‘Violenza, stalking, mobbing, supporto’, con lo Sportello Antiviolenza di Priolo Gargallo, con la Dott.ssa Maria Lazzara, la Dott.ssa Guenda Giusto, Carmela Zocco (presidente dell’associazione culturale Artemide) e con il Maresciallo D’Amico dei Carabinieri di Priolo. Al termine dei due momenti, si è passati al terzo intervento, lo Studio di un caso di stalking, con ausilio di documentazione, a cura della Psicologa, Psicopatologa, Criminologa, Maria Irene Messina, con l’intervento in apertura dell’Ispettore Giunta, della Polizia di Priolo.

La serata del 26 è stata dedicata allo spettacolo teatrale intitolato “Chiamatemi Strega”, con protagonisti Elisa Giglio e Carmelinda Gentile, accompagnamenti dei maestri Ramzi Harrabi e Mounir Ben Younes, regia di Massimo Tuccitto ed Elisa Giglio. Al netto di ciò che è stato fatto, mi reputo molto soddisfatto di come sono andate le cose. – conclude Mario Lentini – Sono assolutamente orgoglioso di come l’intero gruppo operativo dell’associazione ha lavorato ed interagito con i ragazzi e con le istituzioni. Indubbiamente la vera forza organica è stata la partnership di altissimo profilo che abbiamo fortemente voluto, dalle associazioni affiliate ai collaboratori, ma soprattutto al grandissimo contributo che ha fornito lo Sportello Antiviolenza di Priolo”.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog