Magazine Africa

Situazione sempre più critica in Burundi : denuncia di Adama Dieng consigliere Onu "prevenzione genocidio"

Creato il 08 marzo 2017 da Marianna06

Immagine correlata

Il consigliere speciale delle Nazioni Unite per la prevenzione del genocidio, Adama Dieng, ha messo in guardia dal rischio di violenze su larga scala in Burundi, dove prosegue la crisi politica iniziata a partire dalla decisione del presidente Pierre Nkurunziza di candidarsi per un terzo mandato alla guida del paese. Lo riferisce l’emittente “Rfi”, secondo cui il consigliere speciale avrebbe inviato una missiva al Consiglio si sicurezza, chiedendo misure urgenti al fine di “evitare il peggio”. “Le prospettive di riconciliazione e pace sono diminuite” rispetto all’ultimo rapporto presentato a novembre 2015, ha dichiarato Adama Dieng, smentendo le affermazioni del governo del Burundi, secondo cui non c’è alcuna crisi nel paese. Il consigliere Onu ha inoltre denunciato lo stallo in cui versa il dialogo politico, la decisione del governo di Bujumbura di lasciare la Corte penale internazionale e le misure restrittive che colpiscono le organizzazioni internazionali e locali. Le violenze nel paese, iniziate nell’aprile 2015, hanno causato finora la morte di almeno 500 persone e la fuga dal paese di altre 200 mila. (Fonte Agenzia Nova)

 a cura di Marianna Micheluzzi (Ukundimana)


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog