Magazine Cultura

Sky Doll ▸ Barbara Canepa e Alessandro Barbucci↩

Creato il 29 aprile 2018 da Tricheco
Non vedevo l'ora di parlarvi di questo quartetto in lenta espansione di fumetti. Viste le numerose recensioni a dir poco positive , mi sono lasciata trascinare dagli sconti BAO e, all'inizio del mese di aprile, ho recuperato i volumi pubblicati fino a ora della serie   s k y   d o l l. A parte il secondo capitolo che, per un millesimo di secondo, mi ha fatto temere di aver buttato via un bel po' di soldi, ho trovato la storia molto originale e coinvolgente, con un bel po' di colpi di scena e delle riflessioni quanto mai attuali.
s k y   d o l l Sky Doll ▸ Barbara Canepa e Alessandro Barbucci↩
Meraviglia galattica! Dai disegni all'idea di fondo che anima l'universo narrativo di s k y  d o l l , partorito dalle menti geniali di Barbara Canepa e Alessanro Barbucci.  La serie per ora è composta da quattro volumi: LA CITTÀ GIALLAAQUALA CITTÀ BIANCASUDRA. Spero tantissimo di poter leggere un seguito molto presto! Ci troviamo dapprima a dare una sbirciata al pianeta di Papathea, il cui sistema di valori è alimentato da Lodovica, Papessa dell'amore carnale. Qui  esistono le "skydoll", bambole di plastica progettate appositamente per soddisfare il piacere dei sensi. Costruite con un inibitore dei ricordi ,inserito nel cervello meccanico, per limitare in loro lo sviluppo di una personalità. Prigioniere di un meccanismo maschilista che le vede come semplici oggetti privi di anima, da usare e gettare via. E se non fossero solo dei banali congegni meccanici? Se avessero un'anima e, contro ogni logica scientifica, fossero invece capaci di provare sentimenti? Ecco che entra in scena Noa, in fuga per conservare quanto di più caro ha, i suoi ricordi, e scoprire finalmente la sua identità. Noa è accompagnata nel suo viaggio da un gruppo variegato di strambi figuri: il burbero realista Jahu e il dolce sognatore Roy. Sono dei volumi meravigliosi, appassionanti, coinvolgenti, colorati da dio. Gli autori ci mostrano un mondo apparentemente perfetto e generoso, allegro con i suoi colori vivaci e le sue forme pittoresche, che nascondono però un orrore di fondo. Aqua è il capitolo più statico mentre negli altri l'azione e i colpi di scena sono le cifre portanti. Ovviamente non vi parlo nello specifico dei volumi successivi, essendo una serie. Posso dirvi solo di dar loro una chance, non ve ne pentirete.
★★★
Che ne dite? Vi ho incuriosit* almeno un po'?
Un abbraccio 💕

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines