Magazine Cultura

Smetto quando voglio – Di co-condurre questa rubrica

Creato il 02 febbraio 2017 da Cannibal Kid
Condividi
Tra sequel e film bellici, questa settimana nei cinema rischia di provocare più delusioni che non sorprese positive, e soprattutto rischia di scatenare un nuovo conflitto ben più preoccupante di quelli mostrati sul grande schermo: l'eterna guerra bloggare tra me e il mio nemico nonché co-conduttore di questa rubrica James Ford. Una rivalità che negli ultimi tempi sembrava essersi leggermente sopita, ma che sta ora tornando più forte che mai. Bene così!
Smetto quando voglio – Masterclass

Smetto quando voglio – Di co-condurre questa rubrica

"E chi se lo immaginava che, nel 2017, picchiare Ford fosse ancora considerato un reato?"


Cannibal dice: Uno dei film italiani (e non solo) più esaltanti e divertenti degli ultimi anni, checché ne dica il radical-chic numero 1 anti cinema nostrano Mr. Ford, torna con un secondo capitolo. Probabile che manchi l'effetto sorpresa del primo, ma le speranze di trovarsi davanti a un sequel se non altro godibile restano intatte. Ford dice: uno dei film italiani più sopravvalutati degli ultimi anni, accolto qui nella Terra dei cachi e dei Cannibal come un miracolo anche quando si trattava semplicemente di un filmetto divertente che ho dimenticato il giorno successivo alla visione e che rispetto ad altri piccoli cult di genere come Santa Maradona o Fame chimica spariva. Non mi aspetto dunque che peggio da un sequel che potrei bottigliare solo per rompere l'apparente idillio che con Peppa abbiamo avuto in queste prime settimane dell'anno.
Smetto quando voglio – Di co-condurre questa rubrica

The Ring 3
(UPDATE: l'uscita italiana del film è stata spostata al 16 marzo)

Smetto quando voglio – Di co-condurre questa rubrica

"Mai visto niente di più spaventoso di White Russian!
E sì che ho appena visto uscire Samara da uno schermo..."


Cannibal dice: Per una volta che in Italia ci cimentiamo nell'arte del remake, volete che gli americani siano da meno? Certo che no. Ecco allora che arriva il terzo capitolo made in USA della saga di Samara, una tipa persino più spaventosa di Ford. Io avevo adorato il primo The Ring, ma pure il secondo aveva al suo interno qualche idea interessante. Questo terzo capitolo sembra limitarsi ad aggiornare il mito della mostriciattola che esce dal televisore ai tempi di YouTube, ma occhio alla protagonista italiana, Matilda Lutz, rivelazione del tanto criticato L'estate addosso di Gabriele Muccino. Ford dice: la saga di The Ring, ottima nella versione jappo e più che discreta almeno con il primo remake americano non mi è mai dispiaciuta, dunque potrei approfittare per recuperare addirittura anche il secondo capitolo, che ai tempi dell'uscita mi ero perso.
Smetto quando voglio – Di co-condurre questa rubrica

La battaglia di Hacksaw Ridge

Smetto quando voglio – Di co-condurre questa rubrica

"Sarò anche un obiettore di coscienza, ma per combattere una blog war di Cannibal contro Ford non esito a imbracciare un fucile."


Cannibal dice: Detesto Mel Gibson, sia come persona che come attore. Come regista invece sono più combattuto. Ho odiato il leghista Braveheart e l'antisemita La passione di Cristo, mentre non mi sono spiaciuti L'uomo senza volto e Apocalypto. Nei confronti del bellico La battaglia di Hacksaw Ridge ho già pronte le bombe, ma chissà che nei suoi confronti non mi riveli più pacifista di quanto non sono con il mio vero nemico numero 1: Mr. James Snob. Ford dice: Mel Gibson è pazzo, forse più di Marco Goi. Il fatto è che per quanto fuori di testa sia, non riesco a non volergli bene, neppure considerato il fatto che si tratta del regista di uno dei film che ho più odiato nella vita, La passione di Cristo. Questo Hacksaw Ridge, candidato agli Oscar e legato alla storia del primo obiettore di coscienza, potrebbe rivelarsi una cagatona a stelle e strisce di quelle tutta retorica che fanno incazzare Cannibal o perfino un buon film. Non so in quale ipotesi sperare di più.
Smetto quando voglio – Di co-condurre questa rubrica

Billy Lynn – Un giorno da eroe

Smetto quando voglio – Di co-condurre questa rubrica

"Agli ordini, Generale Cannibal.
Sono pronto persino a morire pur di sconfiggere l'esercito del malefico Ford."


Cannibal dice: Ang Lee è un altro regista di cui ho apprezzato alcuni film e non sopportato altri, come il recente sopravvalutatissimo Vita di Pi. Pure questa è la storia di un soldato, nonché di uno pseduo eroe e, così come per il film di Mel Gibson, il rischio bocciatura da queste parti è fortissimo, così come il rischio esaltazione su White Russian, ma sono possibili sorprese... Ford dice: Ang Lee è un grande regista che ha purtroppo avuto una carriera altalenante, passando da robetta come Hulk a cose splendide come Brokeback Mountain o Il banchetto di nozze. Non conosco questa storia, ma so che prima o poi passerà su questi schermi, magari vincendo i miei scetticismi come fu per l'ottimo Vita di Pi.
Smetto quando voglio – Di co-condurre questa rubrica

Sleepless – Il giustiziere

Smetto quando voglio – Di co-condurre questa rubrica

"Ma cosa diavolo sto guardando?
Ford aveva detto che si trattava di un action scatenato, e invece è molto più violento ed estremo un episodio di Peppa Pig."


Cannibal dice: Thriller-action poliziesco di nuova generazione con Jamie Foxx, sembra uno di quei lavori che Ford critica rimpiangendo i ridicoli filmetti d'azione anni '80 girati col buco del culo e recitati ancora peggio. Andrà quindi a finire che potrebbe piacere più a me, che pure sono il giustiziere dei film d'azione. Ford dice: film action dal sapore di Nuovo Millennio che non inventa nulla e pare prendersi molto, troppo sul serio. Come Cannibal. Se dovesse confermare questi timori, sarà una pioggia di bottigliate e calci rotanti. Se, al contrario, fosse una ficata tamarra come John Wick o The Equalizer, allora le cose potrebbero prendere una piega molto diversa.
Smetto quando voglio – Di co-condurre questa rubrica

A United Kingdom – L'amore che ha cambiato la storia

Smetto quando voglio – Di co-condurre questa rubrica

"Evvai, Ford non ci perseguiterà più!"
"Per via del fatto che siamo una coppia interrazziale?"
"No, intendevo che non ci perseguiterà più con i suoi consigli cinematografici."
"Ancora meglio!"


Cannibal dice: Pellicola storico-politica su una coppia interrazziale interpretata da due attori che quando si impegnano danno soddisfazioni: David Oyelowo e Rosamund Pike. La vicenda sembra interessante, anche se a me interessa di più L'odio che ha cambiato la storia, quello tra me e Ford. Ford dice: film sentimentale che mi puzza di vaga radicalchiccata, e che per il momento dunque lascio a quel damerino di Peppa Kid, decisamente più in linea di me con questo tipo di produzioni patinate ma finto alternative. O viceversa.
Smetto quando voglio – Di co-condurre questa rubrica

La terra e il vento

Smetto quando voglio – Di co-condurre questa rubrica

Per strada.
Questa è la fine che si fa quando si è protagonisti di una serie che solo Ford guarda.


Cannibal dice: Filmetto pseudo adolescenziale del 2013 con protagonista il mediocre Lorenzo Richelmy, il protagonista di una delle peggiori serie Netflix di sempre, Marco Polo, che solo uno come Ford può seguire e pure esaltare. Hanno aspettato 4 anni per distribuirlo, ma fosse stato per me potevano anche aspettare per sempre. Ford dice: malgrado sia protagonista dell'ottima Marco Polo, Lorenzo Richelmy è il tipico prodotto televisivo italiano. Dunque mi terrò alla larga da questa roba ripescata non si sa bene perché neanche fosse il film preferito del Cucciolo Eroico.
Smetto quando voglio – Di co-condurre questa rubrica

Ho amici in Paradiso

Smetto quando voglio – Di co-condurre questa rubrica

"Hey, che ci fanno Ford e Cannibal qui in Paradiso?"
"Devono essere riusciti a evadere dall'Inferno."
"Vedi che, quando uniscono le forze, qualcosa di buono riescono a combinarla?"


Cannibal dice: Io invece ho nemici all'Inferno. Uno in particolare penso lo conosciate, si chiama Satan Ford e ho come il sospetto che dell'Inferno sia addirittura il capo. Ford dice: non credo di avere amici in Paradiso, ma se dovesse capitarmi di passarci spero di piantare un bel casino, e di disturbare specialmente quel finto angioletto del Cannibale.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazine