Magazine Africa

Sono le 23... di un sabato tremendo/Beppe Gaido racconta Chariaa Mission Hospital (Kenya)

Creato il 29 ottobre 2017 da Marianna06

 Risultati immagini per chaaria mission hospital kenya

E' stato un sabato tremendo sia dal punto di vista ortopedico che ostetrico.
Luciano ha operato non-stop dalle 8 di stamane alle 20 nella sala grande.
Noi ci siamo barcamenati con tanti cesarei ed altre operazioni nella sala piccola.
La sala parto oggi e' stata indescrivibile, con parti a ripetizione: in varie occasioni abbiamo avuto otto donne che hanno partorito in contemporanea...tre sui lettini e cinque per terra su una traversa.
La stanchezza e' tanta, ma poi alle 23 arriva il regalo di Mukothima.
Donna in coma con segni di addome acuto.
L'ecografia dimostra una gravidanza ectopica gia' rotta con abbondante versamento ematico in addome.
La donna e' sporchissima e bisogna prima di tutto lavarla: non puo' entrare in sala cosi'!
Mentre gli infermieri fanno questo servizio, io lavoro in laboratorio per i gruppi e le prove crociate.
Per l'anestesia scegliamo ketamina e valium e la gestiamo in tandem io e Tim, il volontario di Londra.
L'intervento e' difficile. La donna ha una cicatrice pregressa che rende tutto piu' complicato. Con la ketamina, la paziente spinge e si agita a causa degli incubi, ed e' difficile fare la salpingectomia.
Sono stati sessanta minuti di stress puro.
Pian piano siamo comunque riusciti a domare l'agitazione psicomotoria della paziente ed a finire l'intervento.
Ora la stiamo trasfondendo e siamo ottimisti sul decorso.
La stanchezza che mi sento addosso e' indescrivibile e prego sinceramente che non mi chiamino per un cesareo notturno.

Testo di Fr.Beppe Gaido, medico chirurgo a Chaaria Mission Hospital (Kenya-Meru)

 a cura di Marianna Micheluzzi (Ukundimana)


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :