Magazine Informazione regionale

SPALATO (croazia). Bollati vince agli Internazionali di Spalato, Leone 25esimo.

Creato il 30 aprile 2018 da Agipapress

SPALATO (croazia). Bollati vince agli Internazionali di Spalato, Leone 25esimo. SPALATO (croazia). Lo spadista del Cus Pavia Federico Bollati si afferma agli Internazionali di Spalato, il compagno di squadra Francesco Leone è venticinquesimo. Una grande e storica affermazione viene ottenuta dallo spadista pavese Federico Bollati che conquista il primo posto e la medaglia d’oro nella Coppa St. Duje, una importante gara satellite della Federazione Internazionale di Scherma, ospitata a Spalato. Erano solo cinque gli spadisti azzurri in gara. Per il cussino Federico Bollati si è trattato di una ennesima gara internazionale, infatti è solito una volta all’anno chiedere e ottenere l’autorizzazione per partecipare a spese proprie ad una prova Satellite FIE, per verificare il proprio valore a livello internazionale; a Spalato vi è stato il debutto in una competizione internazionale assoluta del diciottenne cussino Francesco Leone. Nel palmarès dello spadista Federico Bollati questa di Spalato è laseconda vittoria internazionale individuale in carriera; infatti nel dicembre 2012 il mancino pavese sconfisse in finale il portoghese Ricardo Cadreias negli Internazionali di Irlanda. I due pavesi superano alla grande il girone di qualificazione. Francesco Leone compie l’impresa nel primo match della diretta battendo 15 a 13 il nazionale transalpino Guilhem Garcia. Ma il secondo miracolo non riesce negli ottavi di finale, quanto Francesco Leone ritrova in pedana il favorito argentino Andres Jesus Lugones Ruggeri, che lo batte 15 a 10. I l percorso nel tabellone di eliminazione diretta di Federico Bollati è perfetto. In semifinale Bollati, numero 221 del ranking internazionale, batte 13 – 12 il torinese Federico Marenco, nazionale Under 20 e accede alla finale opposto al favorito della vigilia, il campione argentino Andres JesusLugones Ruggeri, numero 21 del mondo. La finale prende subito, a sorpresa contro i pronostici ma con pieno merito, una piega estremamente favorevole al cussino Federico Bollati. Il match si conclude come si era iniziato, con il dominio di Federico Bollati e il punteggio di 15 ad 11. Federico Bollati, quarant’anni ma non li dimostra, sul gradino più alto del podio. Maurizio Scorbati

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog