Magazine Tecnologia

Spider-Man: dalla trama al combat system, le novità del gioco Insomniac per PS4

Creato il 02 novembre 2017 da Lightman

Kenobit in concerto al Padiglione Everyeye.it a Lucca Comics

Catturati dalla rete dell'hype, durante la Paris Games Week abbiamo intervistato Bryan Intihar, Game Director del nuovo gioco di Spider-Man per PS4.

Giuseppe Arace ha iniziato a venerare i videogiochi e il cinema quando, a soli 4 anni, è rimasto folgorato dalla schermata d'avvio del Sega Mega Drive e dai titoli di testa di Toy Story. Nato con un pad tra le braccia, vorrebbe morire con un Oscar. Non ama molto i social network e bazzica raramente solo su Google Plus.

Dallo " spettacolare" gameplay trailer mostrato allo scorso E3, sono trascorsi giorni, settimane e mesi, ma ancora non siamo riusciti a liberarci dalla (ragna)tela dell'hype. Il nuovo tie-in di Spider-Man, ad opera di Insomniac Games, ha saputo infatti catturarci con tale forza da lasciarci a penzoloni in balia delle aspettative, e in attesa di conoscere qualche nuova informazione su questo promettente progetto. Una ghiotta occasione si è presentata quando, nel corso di un evento organizzato da Sony durante la Paris Games Week, abbiamo potuto "interrogare" il game director Bryan Intihar: attivato il nostro senso di ragno, lo abbiamo intercettato in una saletta privata con l'intento di metterlo sotto torchio per farci rivelare il maggior numero possibile di dettagli. Pur evitando attentamente di sparare tutte le sue "cartucce", il nostro amichevole sviluppatore di quartiere ci ha però parlato del processo creativo e delle ambizioni alla base del titolo. Al termine della breve chiacchierata, nonostante le molte domande lasciate in sospeso, abbiamo una sola, solida certezza: questo nuovo Spider-Man sarà un gioco " stupefacente".

Una rete di domande

Everyeye.it: A quali albi a fumetti di Spider-Man vi siete ispirati principalmente per creare il vostro gioco?
Bryan Intihar: Un bel po', a dire il vero. Ma in particolare ti direi Ultimate Spider-Man non tanto per il "tono" e lo stile, ma soprattutto per gli iconici personaggi dalla serie a fumetti, che abbiamo estrapolato dalle pagine ed inserito all'interno del nostro gioco. In realtà, l'intento del nostro team è quello di dar forma ad una nostra particolare "visione" di Spider-Man.

Everyeye.it: In base a quanto dichiarato in precedenza, il giocatore impersonerà uno Spider-Man più maturo: puoi dirci in che modo il carattere più "adulto" del protagonista influenzerà la narrazione?
Bryan Intihar: Come avrai potuto notare dai trailer, il nostro Spider-Man sta già combattendo da un po' di tempo contro nemici come il Kingpin: dopo la caduta di Fisk, però, Peter si trova a dover riequilibrare la sua vita. Da un lato sente la necessità di costruirsi una carriera che vada al di là di Spider-Man, avverte il bisogno di crescere, diplomarsi ed andare al college. È un tipo di sfida "differente" da quelle che è solito fronteggiare. Dall'altro però l'ascesa di Mister Negativo, il pericolo che questo villain incarna ed il rapporto tra Peter e Martin Li costringono Spider-Man a dover bilanciare questi due aspetti della sua vita. È questa la minaccia più intima e personale che Peter abbia mai affrontato.
Everyeye.it: Il combat system sembra una versione più evoluta del Free Flow System. Come avete lavorato per bilanciare spettacolarità e tecnicismo?
Bryan Intihar: Quando abbiamo iniziato lo sviluppo, la prima domanda che ci siamo posti è stata questa: " cosa significa agire come Spider-Man?". Parker è un combattente "improvvisato": abbiamo voluto concentrarci specialmente sulla sua agilità, sui colpi melee, le combo con la ragnatela e gli attacchi ambientali. Ed anche su diversi gadget. Quindi potrete combinarli tutti insieme: a seconda di come si evolve il combattimento, vi basterà guardarvi attorno per scoprire alcune possibilità alternative. Molto dipenderà anche dalle situazioni previste da ogni missione. Ad esempio, nella sequenza di gameplay vista all'E3, tutto è iniziato in modo silenzioso, ma avreste potuto lo stesso balzare in campo sin da subito e mettere K.O tutti i nemici. Più che esserci ispirati ad un particolare sistema di combattimento come il Free Flow, abbiamo quindi tradotto in modo interattivo la tendenza all'improvvisazione che caratterizza un eroe come Spider-Man.

Everyeye.it: A tal proposito, dal video di gameplay l'impressione è che durante le missioni ci siano diversi approcci per raggiungere il medesimo obiettivo. Il vostro intento è quello di dare al giocatore piena libertà?
Bryan Intihar: L'obiettivo è quello di dare al giocatore una serie di opzioni diverse, ma non totale libertà. Ci saranno alcune missioni più orientate verso l'approccio stealth, altre verso uno stile più aggressivo. In generale, credo che il gioco si situi in una via di mezzo tra linearità e libertà: a seconda degli stage saranno presenti diverse opzioni di attacco, e starà al giocatore scegliere quale preferisce adottare.
Everyeye.it: Quanti villain dell'universo di Spider-Man saranno presenti nel gioco?
Bryan Intihar: Un sacco! Non posso dirti il numero preciso, ma è davvero enorme. Ci sono chiaramente i villain che i fan di Spider-Man riconosceranno benissimo, come il Kingpin, ma anche nemici relativamente nuovi come Mister Negativo. Saranno presenti, insomma, sia i personaggi che gli appassionati conoscono alla perfezione, sia quelli più recenti. Te lo prometto: saranno davvero tantissimi!
Everyeye.it: Nella versione finale, ci saranno delle componenti di crescita del personaggio in stile GDR ad arricchire l'avanzamento, oppure un sistema di crafting?
Bryan Intihar: Non abbiamo ancora parlato di un sistema di personalizzazione, al momento. Tuttavia, quello che posso dirti è che il personaggio di Peter Parker e le sue abilità potrebbero garantirvi qualche possibilità extra rispetto a quelle che vi abbiamo mostrato fino ad ora.

Everyeye.it: Che tipo di missioni secondarie dovremmo aspettarci? E quale ruolo rivestiranno nella struttura della progressione?
Bryan Intihar: Anche in questo caso, mi dispiace, ma non mi è permesso dirti molto a riguardo: non posso parlarti dell'open world che abbiamo costruito, né della città. Ma posso dirti che è un ambiente davvero attivo e vivo, pienissimo di attività da svolgere. Ad esempio, qualche giorno fa, mentre mi trovavo a casa per provare il gioco, cercavo di andare avanti con la storia principale, ma continuavo ad essere distratto da tutto ciò che mi circondava. In ogni caso, grande focus sarà incentrato sull'esplorazione.
Everyeye.it: Qual è, secondo te, l'elemento che distingue questo nuovo Spider-Man dai precedenti giochi dedicati all'eroe?
Bryan Intihar: Ciò che lo differenzia maggiormente, a mio avviso, è l'attenzione riposta nel "lato umano" del protagonista. Nel trailer che vi abbiamo mostrato ci siamo concentrati molto su "Peter": questa è la storia dell'uomo " dietro la maschera". Di recente, molti fumetti, film e serie tv di successo prestano molta attenzione alla persona dentro la tuta da supereroe, privilegiando gli aspetti più intimi dei personaggi. Anche noi abbiamo deciso di agire allo stesso modo, focalizzandoci sul rapporto di Peter con Zia May o con MJ, ed anche con i villain che incontrerà durante l'avventura. Stiamo cercando di realizzare un gioco che soddisfi pienamente gli appassionati. Ma anche noi di Insomniac siamo dei grandi fan di Spider-Man. Nel realizzare questo progetto abbiamo il pieno supporto sia di Sony che della Marvel, ma non si tratta affatto di un'opera collegata con il MCU. Il gioco non è basato su nessun film in particolare, né su un albo a fumetti specifico: come ho già confermato, noi vogliamo creare il nostro unico e personale universo di Spider-Man.

Quanto attendi: Spider-Man

Altri contenuti per Spider-Man

Registrati utilizzando un Account esistente

Spider-Man: dalla trama combat system, novità gioco Insomniac

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :