Magazine Cinema

Stasera in tv su Iris alle 21 Il marchese del Grillo di Mario Monicelli, con Alberto Sordi, Paolo Stoppa e Flavio Bucci

Creato il 28 ottobre 2017 da Taxi Drivers @TaxiDriversRoma
Stasera in tv su Iris alle 21 Il marchese del Grillo di Mario Monicelli, con Alberto Sordi, Paolo Stoppa e Flavio Bucciplay video

Una commedia elaborata in sei in fase di sceneggiatura, Il marchese del Grillo dura poco più di due ore e un quarto. Uno degli ultimi grandi ruoli di Sordi per un film in cui è difficile trattenere le risate

Stasera in tv su Iris alle 21 Il marchese del Grillo, un film del 1981 diretto da Mario Monicelli, con Alberto Sordi. Accanto ad Alberto Sordi sono da ricordare inoltre le interpretazioni di un grande attore teatrale come Paolo Stoppa nelle vesti di papa Pio VII, di Riccardo Billi nel ruolo di Aronne Piperno, di Flavio Bucci nei panni di Don Bastiano, prete ribelle e brigante; da segnalare inoltre Camillo Milli nel ruolo di cardinale nonché diretto consigliere del Pontefice. Da citare infine il commento musicale di Nicola Piovani: il compositore romano rievoca alcune famose ouverture rossiniane, che sottolineano l'atmosfera buffa e scherzosa del film e forniscono al basso Alberto Sordi la possibilità di esibirsi in qualche passaggio canoro.

Sinossi
Nella Roma papalina del 1809 il marchese Onofrio del Grillo, nobile romano alla corte di Papa Pio VII, trascorre le sue giornate nell'ozio più completo, frequentando bettole e osterie, coltivando relazioni amorose clandestine con popolane e tenendo un atteggiamento ribelle agli occhi di sua madre e della parentela conservatrice, bigotta e autoritaria. Il suo principale passatempo, che lo rende famoso in tutta la città, è costituito da innumerevoli scherzi e beffe dei quali risulta spesso vittima la sua aristocratica famiglia, composta da personaggi stravaganti e chiusi al mondo esterno. Il ricco nobile proprietario terriero è in grado sempre di uscire con umorismo e in maniera rocambolesca dalle tante e impensabili situazioni durante tutta la commedia, sfruttando senza vergogna anche le conoscenze dell'alta borghesia spesso compiacente (ne è l'esempio la scena del tribunale con la condanna alla gogna dell'ebanista ebreo Aronne Piperno). Un incontro casuale con un povero carbonaio alcolizzato, Gasperino, suo perfetto sosia, ispira il nobile a coronare il suo repertorio burlesco. In varie situazioni egli arriva a coinvolgere il Pontefice in nome di una giustizia e di un rinnovamento sempre invocati ma che mai riescono seriamente ad impensierire l'audace e brillante "Sor Marchese": nel finale infatti, dopo una finta condanna alla ghigliottina inflittagli da Pio VII, viene graziato da quest'ultimo, che gli concede di riprendere il suo posto tra i Sediari pontifici.

Una commedia elaborata in sei in fase di sceneggiatura, Il marchese del Grillo dura poco più di due ore e un quarto e ha qualche momento leggermente farraginoso qua e là, eppure l'intreccio grottesco, la satira sociale e religiosa, l'acume ironico, la scurrilità spesso esilarante e necessaria (sboccata come nella realtà), le burle assurde e clamorose, l'istrionismo ad alto voltaggio da parte degli attori principali (Sordi, Stoppa, Bucci), l'efficace contorno dei comprimari, la birbante verve di Nicola Piovani in colonna sonora, la buona ricostruzione d'ambiente, ne fanno un film sufficientemente graffiante e divertente su un mondo e un modo di vivere per certi aspetti ancora attuale. Uno degli ultimi grandi ruoli di Sordi per un film in cui è difficile trattenere le risate, sia pure causate spesso da battute grevi e situazioni un po' volgarotte. Ma quella che Monicelli imbastisce è la storia (un po' troppo frammentata a dire il vero) di un'anima impenitente, di un uomo divertito (e che diverte solo sè stesso e tanto gli basta) dal suo stesso potere e che non dimostra di ravvedersi mai, neppure in punto di (condanna a) morte. Grandiosa la spalla di Stoppa, il Papa.

Condividi


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :