Magazine Cultura

#stayLeggendo: Paolo Baron e Virginia Strino (Libreria del porto)

Creato il 09 agosto 2018 da Frailibri

Paolo Baron è arrivato a Roma da Napoli tantissimi anni fa con un carico impressionante di idee. Ha fondato la 80144 edizioni, specializzata in raccolte di racconti e da sempre in cerca di nuovi autori, musicista, fumettista (Magic Press ha da poco pubblicato Lazzaro. Il primo zombie di Paolo ed Ernesto Carbonetti) e da qualche anno libraio con Virginia, la sua metà nella vita e nel lavoro.
#stayLeggendo: Paolo Baron e Virginia Strino (Libreria del porto)La Libreria del Porto, proprio al culmine della banchina del porto di Acciaroli (posto meraviglioso) è diventata una casa per tutti quelli che passano, lettori e non, che si fermano sulla panchina blu all’esterno per chiacchierare o ammirare il mare e lo skyline della città.
Paolo e Virginia sono per me parte della famiglia da più di dieci anni e queste sono le loro letture estive:

Paolo
Sto lavorando al prossimo progetto, un fumetto con Ernesto Carbonetti, che racconta una storia dei Beatles e quindi sto leggendo tutti i libri legati al periodo 1966-1967, cioè il periodo nel quale i Beatles hanno partorito probabilmente uno dei più grandi album Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band, uscito nel ’67.

Il libro che sto leggendo adesso si chiama L’estate di Sergent Pepper e l’ha scritto il loro produttore, praticamente il quinto Beatle, George Martin. Pubblicato da La lepre un paio di anni fa, è un libro che racconta la lavorazione di Sergent Pepper. Interessante vedere come siano nate  per esempio canzoni come Penny Lane, Lucy in the Sky with Diamonds, e tanti altri aneddoti che mi “servono”, oltre che farmi piacere leggerli, raccontati dall’interno.

Virginia
I libri che leggerò quest’estate… ho iniziato da qualche giorno Fiori a rovescio di Stefano Tofani (Nutrimenti 2018) e mi sembra bellissimo e poi leggerò L’estate muore giovane di Mirko Sabatino (Nottetempo 2018).
Perché li leggerò? Mi incuriosiscono, conosco gli scrittori e quindi diciamo che sono una garanzia. Mii incuriosisce anche Una vita come tante di Hanya Yanagihara (Sellerio 2016, traduzione di Luca Briasco). Diciamo che è dall’anno scorso che vorrei leggerlo, è  un bel mattone però ho letto tante di recensioni positive. Chissà se riuscirò in questa impresa, mille pagine non sono poche.

E le vacanze?
A questa domanda rispondo io. Circondati da amici che ogni estate vanno a trovarli, e dai lettori vacanzieri, trascorreranno l’estate in libreria. Vi consiglio di seguire la pagina Facebook e vi accorgerete che la Libreria del Porto è speciale  come loro.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog