Magazine Famiglia

Storiella di un algoritmo

Da Desian
Lei era speciale.
I suoi respiri, uno dietro l’altro, facevano fiorire l’aria. I gelsomini profumavano, le rose erano più rosse. Le foglie gialle d’autunno sembravano un sole.I suoi respiri fiorivano di immagini, le idee prendevano corpo volteggiando leggere. Le vedevi comparire dapprima come singole goccioline poi, una con l’altra, si univano e formavano un’idea più grande. Una parola, una frase intera.I suoi respiri erano parole d’amore soffiate attraverso le labbra, litigi che ruggivano tra le zanne, discussioni pacatamente soffiate via. Dal respiro successivo.Nel frattempo, di lontano, si vedeva un gran polverone. E un respiro. Nel polverone c’era il futuro (un respiro) che arrivava veloce, al galoppo. Un respiro.Eccolo il futuro.E i respiri, infine, sostituiti da un bell’algoritmo.

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

A proposito dell'autore


Desian 84 condivisioni Vedi il suo profilo
Vedi il suo blog

L'autore non ha ancora riempito questo campo L'autore non ha ancora riempito questo campo L'autore non ha ancora riempito questo campo

Magazines