Magazine Sport

Strama, la magia è finita: lo Sparta Praga esonera l’ex-Inter

Creato il 05 marzo 2018 da Agentianonimi
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

In queste ore di grande fermento politico, anche un’avventura calcistica è giunta al termine: lo Sparta Praga ha deciso infatti di esonerare Andrea Stramaccioni dal ruolo di capo allenatore della squadra. Decisivo è stato il deludente pareggio di ieri contro il modesto Brno, e il diverbio che ne sarebbe seguito fra Stramaccioni e Zdenek Scasny, dirigente dello Sparta e predecessore proprio di Stramaccioni sulla panchina dei cechi.

La decisione dello Sparta non è certo un fulmine a ciel sereno: l’ex-allenatore di Inter e Udinese era vittima di pesanti contestazioni ormai da mesi, per via di un campionato molto deludente nonostante i grandi investimenti estivi. Attualmente lo Sparta Praga è quinto, a -5 dalla zona Champions (primo obiettivo stagionale) e addirittura a -14 dal primo posto, occupato dal Viktoria Plzen. Un risultato davvero poco convincente per l’italiano, partito per la Repubblica Ceca con l’obiettivo di rilanciare la propria giovane carriera.

Purtroppo le cose non sono andate come si sperava: i deludenti risultati hanno scatenato una durissima contestazione della tifoseria nei confronti dell’allenatore italiano. La curva gli ha “dedicato” qualche mese fa uno striscione a forma di biglietto aereo per l’Italia, segno di un rapporto ormai deteriorato. L’esonero, inesorabile per molti, alla fine è arrivato, e Stramaccioni, uno dei più giovani allenatori ad aver varcato le soglie della Serie A, rischia di veder precipitare la propria carriera dove mai avrebbe probabilmente pensato.

Luca Mombellardo ([email protected])

Facebook
twitter
google_plus
linkedin
mail

L'articolo Strama, la magia è finita: lo Sparta Praga esonera l’ex-Inter proviene da Agenti Anonimi.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog