Magazine Diario personale

succede raramente, ma succede (sperando che le foto stavolta si vedano)

Da Dony

Capitera' giusto una o due volte l'anno, non sai quando, non sai come, non sai perche', ma capita ed è bellissimo, troppo bello per riuscire a tenertelo stretto piu' di quel tanto.Capita che una mattina ti svegli, e senza che nulla di particolare sia intervenuto a dare una sferzata alla tua squallida e monotona vita ti senti addosso una sensazione di benessere che non sai spiegarti e la voglia di alzarti e vivere, ma vivere davvero e non per finta come fai da mesi e mesi...Capita che non sai cosa ti spinga a farlo, ma senza che tu possa farci niente butti l'acqua dalla tazza per il the e la sostituisci con il latte, per una volta senza ignorare i richiami disperati del tuo corpo che esige qualcosa di piu' sostanzioso per affrontare una giornata di lavoro.Capita che ci inzuppi i biscotti, pensando che in fondo non accade nulla di male se per una volta ne aggiungi due ai soliti quattro.Capita che qualche ora dopo, durante una pausa al lavoro, una collega apre il vassoio di paste che ha portato per festeggiare il suo compleanno, ma invece di gettartici sopra a corpo morto, che tanto hai gia' rovinato tutto con la colazione piu' abbondante del solito, quindi tanto vale proseguire la giornata alimentare passando di male in peggio, quasi non credi alla tua voce quando la senti pronunciare un pacifico NO, per il semplice fatto che sei piena e la pasta offerta non ti va, così magari riuscirai a tenere un po' di posto vuoto per l'ora di pranzo.Capita che poi il momento del pranzo arriva...ma stavolta sono le tue colleghe che ti fissano come se stesse per nevicare in pieno luglio, quando ti vedono scartare il solito misero piatto di verdure scondite per scegliere invece 100 gr di formaggio con le sue rispettabilissime 278 kcal insieme alle patate che avresti gia' dovuto reintrodurre da tempo nella tua dieta mentre finora non ne hai ancora voluto sapere.Se avessi avuto la digitale a portata di mano, non avresti potuto fare a meno di immortalare un momento simile.Credo che oggi pomeriggio mangero' il gelato, capita che senti di nuovo la tua voce pronunciare quelle parole come se appartenesse ad un'altra persona.Perfino le tue colleghe si guardano intorno preoccupate, chi ha parlato?, si chiedono perplesse.Ma tu non ci fai caso, ormai hai deciso e non torni sui tuoi passi.Capita che hai finito di lavorare e oggi non hai voglia di rinchiuderti come al solito tra le tue quattro mura, fuggendo da tutto e da tutti.Allora entri in un centro commerciale, ti muovi tra la gente senza sentirti a disagio come sempre, ti compri perfino qualche maglietta carina, e lo fai perche' ti piacciono e ti vedi bene con quei capi addosso, e non tanto per buttare via i soldi che guadagni con fatica che poi è uno dei tanti modi che hai per farti del male...stavolta lo fai perche' DESIDERI, ascolti un tuo bisogno, per quanto stupido possa essere.Ti prendi anche un nuovo paio di sandali, senza tacchi perche' quelli non riesci piu' a portarli, eppure anche se non ti slanciano pensi che in fondo anche così non stai poi tanto male...E come ti eri ripromessa qualche ora prima, capita che giunge il momento del tuo gelato.Vai perfino in cerca di una gelateria artigianale, perche' oggi hai deciso di volerti bene fino all'ultimo.Coppetta con vaniglia e stracciatella, che assapori lentamente, senza ingoiare come fai durante le crisi bulimiche, quando non avverti nemmeno il gusto di cio' che ingurgiti senza tregua...seduta a un tavolino all'ombra, mentre osservi le persone intorno a te, e per una volta la loro allegria non ti fa sentire ancora piu' fuori posto.Capita che oggi che vorresti che il tempo non finisse mai le ore sembrano volare.E così ti ritrovi a quasi sera, seduta davanti al monitor del tuo pc mentre scrivi queste parole che vuoi immortalare in un ricordo indelebile, perche' lo sai gia' che tra qualche ora sara' tutto finito e sentirai solo il bisogno di punirti, ma leggere questo post servira' a convincerti che non si è trattatto di un sogno, che tutto questo è accaduto veramente.Intanto questa giornata perfetta non vuoi rovinarla, e per cena senti il bisogno di cucinarti qualcosa con le tue mani, invece di scaldarti i soliti cibi preconfezionati a basso contenuto calorico.Così spulciando tra le cartelle del tuo pc con le ricette che ami fotografare, capita che trovi questa, e hai scelto...sara' la tua cena.( le foto risalgono allo scorso autunno)CROCCHETTE DI POLLO ALLE PATATINEsuccede raramente, ma succede (sperando che le foto stavolta si vedano)
succede raramente, ma succede (sperando che le foto stavolta si vedano)
succede raramente, ma succede (sperando che le foto stavolta si vedano)Tagliare i petti di pollo a strisce.succede raramente, ma succede (sperando che le foto stavolta si vedano)  Mescolarli allo yogurt naturale, lasciandoli in ammollo per un'oretta.succede raramente, ma succede (sperando che le foto stavolta si vedano)  Lo yogurt ha lo scopo di ammorbidire la carne.Una volta cotta il suo sapore non lo si avverte per niente.succede raramente, ma succede (sperando che le foto stavolta si vedano)Sbriciolare le patatine
succede raramente, ma succede (sperando che le foto stavolta si vedano)e passarci le strisce di pollo, schiacciando bene. succede raramente, ma succede (sperando che le foto stavolta si vedano)Rivestire la placca del forno con l'apposita carta e depositarci sopra le strisce. succede raramente, ma succede (sperando che le foto stavolta si vedano)Cuocere in forno a 180 gradi per mezz'oretta.
succede raramente, ma succede (sperando che le foto stavolta si vedano)Capita che stasera mangerai questo, e nulla ti impedira' di farlo.Intanto il post è giunto al termine, il tuo ricordo è qui impresso tra queste righe, e nulla lo cancellera' mai.Domani tornerai a rileggerlo e stenterai a credere di essere stata davvero tu a scriverlo, forse anche per questo motivo hai usato la seconda persona per esprimerti.E' tutto troppo bello, e con te le cose belle non durano mai.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :