Magazine Politica Internazionale

Sud Sudan. Onu, ‘aperta inchiesta su massacri; scongiurare rischio genocidio’

Creato il 28 aprile 2014 da Giacomo_dolzani

sud_sudan_unhcrdi Giacomo Dolzani

La paura di un genocidio in Sud Sudan è sempre più grande; lo scoppio della guerra civile tra le forze ribelli dell’ex vicepresidente Riek Machar e le armate governative fedeli al presidente Salva Kiir ha infatti causato un’escalation di violenza, scaturita da tensioni latenti presenti già da prima dell’indipendenza da Khartoum del giovane paese, e che ora si è trasformata in un vero e proprio conflitto tra etnie: i Nuer di Machar ed i Dinka, gruppo a cui appartiene Kiir.
Su gran parte del territorio nazionale i combattimenti hanno causato la distruzione di villaggi e delle poche infrastrutture presenti in quello che è uno degli stati più sottosviluppati al mondo; ad aggravare la situazione è anche la carestia che rischia di scatenarsi a breve se non dovessero arrivare aiuti alimentari: il raccolto di cereali sarà infatti fortemente ridotto dalle devastazioni causate dalla guerra mentre medicine e viveri, forniti da Ong e Nazioni Unite, faticano ad arrivare a chi ne ha bisogno.
Le recenti notizie di massacri perpetrati su base etnica hanno spinto però la comunità internazionale a cercare di risolvere il problema prima che i danni siano irreparabili; Navanethem Pillay, Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Diritti Umani, è arrivata quindi oggi in Sud Sudan, annunciando che sarà aperta un’inchiesta su questi gravi episodi, in collaborazione con Adama Dieng, Consigliere Speciale dell’Onu per la Prevenzione dei Genocidi.
Le Nazioni Unite, la cui politica si è spesso rivelata troppo cauta ed inadeguata davanti a simili situazioni, non possono infatti permettersi di lasciare che accada un nuovo Ruanda, con il quale l’organizzazione rischierebbe di perdere definitivamente la faccia di fronte al mondo.

da Notizie Geopolitiche



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :