Magazine Sport

Sull’Izoard vince Warren Barguil

Creato il 20 luglio 2017 da Il Blog Dello Sportivo @blogdsportivo

Nonostante l’Astana fosse riuscita a mandare 4 uomini in fuga con la classica strategia Martinelli, Fabio Aru vive un’altra giornata no e fa fatica sin dai primi km dell’Izoard. In vetta va a vincere la maglia a pois di Barguil, ma Froome conserva 23” di vantaggio su Bardet e 29” su Uran prima della crono. Aru scavalcato anche da Landa che si prende la 4a posizione.

Ultima tappa di montagna e ultima occasione per provare a ribaltare la classifica generale. È una delle ultime chance anche per centrare il successo di tappa, ed ecco che partono all’attacco ben 54 corridori sui 169 rimasti in corsa. Tra i ‘coraggiosi’ anche cinque italiani, con Ulissi, Marcato, Colbrelli, De Marchi e Gianluca Brambilla a cercare gloria. Nella testa della corsa anche diversi corridori che potranno tornare utili ai capitani sull’ultima salita dell’Izoard: Bardet riesce a piazzare Bakelants e Gautier, Uran manda in avanscoperta Talansky, Rolland e Clarke, quattro uomini invece per Fabio Aru che manda all’attacco Grivko, Lutsenko, Valgren e Kozhatayev. Stessa strategia anche per Daniel Martin, Simon Yates e Meintjes, mentre la Sky resta tutta al fianco di Froome con l’obiettivo di scortarlo fino all’attacco dell’Izoard senza troppi patemi. All’inizio del Col de Vars esplode la fuga di giornata con ‘soli’ 22 corridori che rimangono in testa a giocarsi il successo di tappa, ma allo scollinamento sono in pochissimi a restare davanti: c’è ancora Lutsenko, oltre a Gallopin, Atapuma, Ulissi, Edet e Dani Navarro.

La Sky lascia tirare la Bora che vuole preservare la 15esima piazza nella generale di Buchmann, ma a metà del Col de Vars ecco che arriva l’Ag2r a fare il ritmo per cercare di isolare Froome ancor prima di arrivare all’Izoard. Si staccano subito Rowe e Knees, ma il leader della generale riesce a tenere tutti gli altri luogotenenti al fianco fino all’ultima salita. L’Ag2r va a tutta anche all’attacco dell’Izoard, ma l’unico che si stacca è Kiryienka con la Sky che resta in superiorità numerica. Nella testa della corsa, restano solo Atapuma e Lutsenko, ma il corridore dell’Astana spinge per cercare il successo di tappa e non sembra voler attendere il gruppo per dare manforte ad Aru. Sulla seconda parte della salita si susseguono scatti e contro scatti ed il primo a perdere terreno è proprio Fabio Aru. Si sganciano dal gruppo maglia gialla Barguil e Contador per cercare il successo di tappa, ma solo il francese riesce a mantenere il ritmo e superare di km in km tutti i corridori rimasti in fuga. Il corridore della Sunweb riesce anche a raggiungere e superare Atapuma, portandosi da solo al traguardo, bissando così il successo di Foix. Il francese fa colpo doppio: già sicuro della maglia a pois, conquista comunque i 40 punti del GPM legittimando così il suo successo nella classifica scalatori.

Fabio Aru fa l’elastico, ma ai -5 dal traguardo ecco che parte Mikel Landa (alla ricerca del podio), che lascia Froome e tutti gli altri avversari della maglia gialla. Il britannico resta solo con Bardet ed Uran e anche la maglia gialla prova uno scatto per chiudere definitivamente il Tour. Il già vincitore di 3 Grande Boucle guadagna solo qualche metro, e viene ripreso da un combattivo Uran che riporta sotto Bardet, riconquistando inoltre terreno rispetto a Landa. Anche Bardet prova un attacco ma il francese non fa la differenza, e guadagnerà solo 4” di abbuono rispetto a Froome, portandosi in 2a posizione nella generale a 23” dalla vetta. Perde qualcosina Rigoberto Uran che arriva staccato a 2”, ma il colombiano – a differenza di Bardet – potrà ancora giocare le sue carte nella crono di Marsiglia di sabato.

ORDINE D’ARRIVO:
1. Warren Barguil Team Sunweb 4:40:33
2. John Atapuma UAE Team Emirates +0.20
3. Romain Bardet AG2R La Mondiale +0.20
4. Chris Froome Team Sky +0.20
5. Rigoberto Uran Cannondale-Drapac Pro CT +0.22
6. Mikel Landa Team Sky +0.32
7. Louis Meintjes UAE Team Emirates +0.37
8. Daniel Martin Quick-Step Floors +0.39
9. Simon Yates ORICA-Scott +0.59
10. Alberto Contador Trek-Segafredo +1.09

CLASSIFICA GENERALE:
1. Chris Froome Team Sky 78:08:19
2. Romain Bardet AG2R La Mindiale +0.23
3. Rigoberto Uran Cannondale-Drapac Pro CT +0.29
4. Mikel Landa Team Sky +1.36
5. Fabio Aru Astana Pro Team +1.55
6. Daniel Martin Quick-Step Floors +2.56
7. Simon Yates ORICA-Scott +4.46
8. Louis Meintjes UAE Team Emirates +6.52
9. Warren Barguil Team Sunweb +8.22
10. Alberto Contador Trek-Segafredo +8.34

If like us you want to keep replaying @WarrenBarguil's incredible win, our #TDF2017 gallery is the place to go!

📸https://t.co/6uE4Q3ZqbR pic.twitter.com/wv4Zb6aSlE

— Team Sunweb (@TeamSunweb) 20 luglio 2017


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :