Magazine Sport

Superenalotto, che squadra si potrebbe costruire con 209 milioni?

Creato il 15 agosto 2019 da Agentianonimi

In una tabaccheria di Lodi è stata staccata la schedina che ha vinto il Superenalotto più ricco del mondo, ben 209 milioni di euro. Una cifra folle, che permetterebbe al vincitore, se volesse, di comprare undici titolari e formare una squadra di calcio. Ecco i titolari che avremmo scelto se fosse toccato a noi.

Portiere

Thomas Strakosha (20 milioni) –> arrivato alla Lazio nel 2012 per appena 75mila euro, il portiere albanese si è ritagliato un posto da titolare fisso alla Lazio, che gli sono valse 10 partite su 35 a porta inviolata la scorsa stagione. Ha anche 8 presenze con l’Albania. Alternative: Pau Lopez (Roma), Rui Patricio (Wolverhampton), Cragno (Cagliari).

Difensori

Gianluca Mancini (22 milioni) –> centrale dell’Atalanta, è appena stato girato in prestito annuale alla Roma per 2 milioni. E’ stato acquistato nel 2017 dal Perugia per 0,3 milioni e, a 23 anni, si è guadagnato il posto nell’Under 21 e, per due volte, anche nella Nazionale maggiore.

Daniele Rugani (22 milioni) –> riserva di lusso alla Juventus, è stato acquistato nel 2015 dall’Empoli. Ha vinto 4 scudetti e 3 Coppe Italia, ma la scorsa stagione ha collezionato appena 15 presenze in campionato. E’ al centro di varie voci di mercato, tra Roma, Monaco e Milan.

Merih Demiral (15 milioni) –> neo-acquisto della Juventus per 18 milioni dal Sassuolo, il terzino turco è in Europa da soli sei mesi dopo un anno all’Alanyaspor. Potrebbe essere girato in prestito a un altro club di Serie A.

Theo Hernandez (15 milioni) –> altro nuovo arrivo nel nostro campionato, è la scommessa del Milan per il rilancio. Ventun anni, è stato pagato 20 milioni al Real Madrid, con cui ha appena 23 presenze. Si è già infortunato alla caviglia, rientrerà a fine mese.

Centrocampisti

Rolando Mandragora (15 milioni) –> prestazione altalenante nel suo primo anno da titolare fisso all’Udinese, da cui è stato acquistato versando 20 milioni alla Juventus nel 2018. E’ stato capitano della Nazionale Under 21 ma ha solo una presenza con la Nazionale maggiore.

Roberto Gagliardini (15 milioni) –> Gaglia era considerato uno dei prospetti più interessanti per futuro del calcio italiano, salvo poi finire lentamente in ombra nel progetto interista. E’ arrivato due anni fa dall’Atalanta per 20 milioni, conta 72 presenze – ma solo 19 questa stagione – e 7 reti in nerazzurro.

Blaise Matuidi (22 milioni) –> campione del mondo in carica, il 32enne centrale è approdato alla Juventus nel 2017 dal Psg. Ottanta presenze con la Francia e 88 con la Juve, non ha mai convinto del tutto. Era considerato tra i sacrificabili a giugno, direzione Psg – ancora – o Bayern Monaco, ma alla fine rimarrà.

Marek Hamsik (22 milioni) –> il più grande addio della Serie A appena conclusa. L’ex capitano, che mantiene ancora la fascia della Nazionale slovacca, ha lasciato il Napoli dopo 12 stagioni, 520 presenze e 121 reti, più di chiunque altro con la maglia azzurra. Ora gioca per i cinesi del Dalian Yifang.

Attaccanti

Andrè Silva (22 milioni) –> l’attaccante portoghese è rientrato al Milan dopo un anno di prestito al Siviglia, tra luci e ombre. Il suo futuro è ancora in bilico, in mezzo rimangono i 38 milioni che i rossoneri versarono al Porto nell’estate 2017. Un’avventura fatta di 40 presenze e 10 gol per un attaccante che non si è ancora adattato ai meccanismi del calcio italiano.

Mariano Diaz (20 milioni) –> la grande delusione del Real Madrid di Lopetegui. Era rientrato in blanco dopo un anno di assenza, pagato 21,5 al Lione per sostituire Cristiano Ronaldo. Obiettivo fallito in pieno: appena 13 presenze e 3 reti in campionato e scartato da Zinedine Zidane. Potrebbe finire al Milan o alla Roma.

Facendo i conti, arriviamo a 210 milioni. Difficile uscire dalla cifra tonda, ma si può comunque mettere insieme una squadra che riesca tranquillamente a lottare per la salvezza. Non abbiamo messo le riserve, ma considerando soltanto l’11 titolare sarebbe la 9° squadra del campionato, dopo la Fiorentina (239) e prima del Torino (196). La Juventus ne vale 869, il Lecce 35,2.

Chissà se un domani il Superenalotto costituirà mai il capitale di partenza per costruire un team di Serie A. Una cosa è certa: con così tanto soldi ci si può divertire in tanti modi. Anche con il pallone.

Stefano Francescato

L'articolo Superenalotto, che squadra si potrebbe costruire con 209 milioni? proviene da Agenti Anonimi.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog