Magazine Tecnologia

Svelati i primi grandi nomi della xvii edizione del festival della scienza di Genova

Creato il 11 ottobre 2019 da Alessandro Ligas @TTecnologico

Aperta da martedì 8 ottobre, la vendita online dei biglietti

Svelati i primi grandi nomi della xvii edizione del festival della scienza di Genova
Lo scienziato Lorenzo Rosasco e il duo teatrale formato dal geologo Mario Tozzi e dal cantante Lorenzo Baglioni, giovedì 24 ottobre daranno il via alla diciassettesima edizione del Festival della Scienza di Genova, una delle più grandi manifestazioni al mondo di diffusione della cultura scientifica. Un evento che, fino al 4 novembre, invaderà la città di Genova in oltre 40 diversi luoghi, con conferenze, laboratori, mostre, spettacoli ed eventi speciali dedicati a visitatori di ogni fascia d’età e livello di conoscenza, per raccontare la scienza in modo innovativo e coinvolgente.

Nel segno degli Elementi, parola simbolo della nuova edizione, scelta in occasione dell’Anno Internazionale della Tavola Periodica degli Elementi proclamato per il 150° anniversario dalla formulazione del sistema di classificazione di Mendeleev, il Festival proporrà quasi 300 eventi. Elementi come contaminazioni, interdisciplinarietà, commistioni di saperi e discipline: ambiente, life sciences, climate change, chimica, matematica, astrofisica, cosmologia, genetica, medicina, intelligenza artificiale, big data e nutraceutica, ma anche food, linguistica, arte, architettura, archeologia, realtà virtuale, fumetti e gaming.

Grandi scienziati e artisti, giovani ricercatori e giornalisti, esperti di settore e personalità di calibro internazionale: sono più di 350 i protagonisti delle conferenze e degli spettacoli della diciassettesima edizione del Festival della Scienza.

Tra gli ospiti principali, Alfio Quarteroni, fondatore e direttore di MOX, laboratorio di modellistica e calcolo scientifico del Politecnico di Milano. Pluripremiato per le sue ricerche, Quarteroni parlerà dell’affascinante tema della medicina matematica, disciplina potenzialmente in grado di rivoluzionare la comprensione del nostro corpo e del cuore umano. Sempre di progressi nel campo della medicina parlerà Hans Clevers, professore olandese di Genetica molecolare più volte premiato per le sue ricerche sul cancro, protagonista della conferenza Organoidi 3D, incentrata sullo studio di mini organi in piastra utili per la ricerca e la cura di nuove malattie.

Non solo seminari e conferenze. Sono tantissimi i laboratori e gli eventi speciali che arricchiranno il fitto programma della diciassettesima edizione del Festival della Scienza, oltre 100 eventi per ogni fascia d’età ed esperienza, pensati sia per il pubblico delle classi sia per le famiglie. Sarà particolarmente ricca l’offerta di mostre interattive, multimediali e fotografiche. Al Museo di Storia Naturale G. Doria si potrà visitare la mostra Siamo figli delle stelle, un viaggio nel futuro dell’esplorazione dello Spazio a 20 anni dalla fondazione dell’Istituto Nazionale di Astrofisica. Grazie a quattro postazioni virtuali, il pubblico verrà condotto sulla Luna e su Marte e potrà scoprire i grandi temi della ricerca spaziale dei prossimi anni. Al Galata Museo del Mare sarà invece allestita la mostra curata dall’Istituto Italiano di Tecnologia A spasso per Technoville, un percorso nella città del futuro, dove le nuove tecnologie risolvono problemi e gli umani convivono con rivoluzionari robot.

Acquisto biglietti. Da martedì 8 ottobre 2019 è possibile acquistare online su www.festivalscienza.it i biglietti per prendere parte agli eventi del Festival, completando prima la procedura di registrazione nell’area clienti sul sito (biglietto intero 13 euro, ridotto per studenti, over 65 e disabili 11 euro, ragazzi fino ai 18 anni 9 euro). I biglietti sono acquistabili anche presso le filiali del Gruppo Banca Carige su tutto il territorio nazionale. Dal 24 ottobre, i biglietti saranno disponibili anche presso l’Infopoint allestito nel Cortile Maggiore di Palazzo Ducale, per tutta la durata del Festival. Continuano le prenotazioni per le classi, da effettuare tramite call center al numero 010 8934340. Tra le novità di quest’anno, la possibilità per le classi di acquistare un abbonamento unico a un prezzo ridotto (9 euro) rispetto alle edizioni precedenti, valido per tutta la durata del Festival.

Maggiori informazioni sul programma e sui biglietti su http://www.festivalscienza.it/site/home.html

Clicca e acquista su Amazon

acquista su amazon.it


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog