Magazine Cucina

Svezzamento e dintorni..consigli utili per le neomamme

Da Consuelo Tognetti
Come sapete sono mamma da 8 mesi ed essendo la prima esperienza mi sono imbattuta spesso in difficoltà, dubbi e paure. Grazie all'esperienza maturata ho deciso di scrivere questo post per poter esser d'aiuto e sostegno a chi si trova o si troverà nella mia stessa situazione.Premetto dicendo che ho avuto la fortuna di avere una gravidanza serena e un parto a termine meno spaventoso di quello che mi era stato raccontato e di quello che mi aspettavo. Il bimbo è nato normopeso e si è subito attaccato al seno. Dopo 1 giorno dalla dimissione dall'ospedale ho avuto la montata del latte. All'inizio è stato difficile gestire lo sbalzo ormonale, il seno sempre gonfio e teso, il bimbo che ogni 2 ore (sia di giorno che di NOTTE!) voleva attaccarsi ma poi piano piano mi sono assestata. A poco a poco le poppate si sono allungate e la produzione del latte si è stabilizzata in base alle esigenze del piccolo.Ho deciso di fare allattamento esclusivo al seno fino ai 6 mesi compiuti. E' stata una scelta personale a seguito di letture sull'argomento e consultazione con il mio pediatra. In genere si può già iniziare dai 4 mesi ad introdurre cibi diversi, quali frutta e prime pappe, ma nè io nè il bimbo eravamo ancora pronti e se tornassi indietro rifarei esattamente la stessa cosa. In questo modo ho garantito il giusto nutrimento e rinforzato le sue e le mie difese immunitarie. Mi sono accorta che era giunto il momento di iniziare il divezzamento quando lui, seduto sul suo seggiolone, ha iniziato a mostrare interesse per quello che mangiavamo noi. Sono partita facendogli assaggiare la pera fresca grattugiata. Fortunatamente si è abituato subito all'uso del cucchiaino. Dopo qualche giorno ho provato a fargli assaggiare a pranzo le prime pappe. E' stato un processo molto lungo perchè all'inizio mangiava 2 o 3 cucchiaini e poi non ne voleva più sapere e serrava la bocca. Ma senza insistere e con dolcezza dopo circa 1 settimana ha iniziato a finire tutta la sua porzione. Ci vuole PAZIENZA oserei dire TANTA PAZIENZA! All'inizio è sconfortante...prendi le verdure bio, fai il brodo, frulla, mescola, ecc, ecc, per poi dover buttare quasi tutto via ma è importante tenere presente che per il bimbo abituato al latte-di-mamma è difficile abituarsi alla nuova alimentazione e accettare questo primo "distacco". Forzare la mano obbligandolo a mangiare tutto o farsi prendere da crisi isteriche di pianto non è costruttivo per nessuna delle due parti. Il momento del pasto potrebbe trasformarsi in un vero inferno e far vivere il cibo come un incubo anche al bimbo causandogli un rifiuto ancora più marcato.Vi garantisco che piano piano tutto filerà liscio e sarà appagante vederlo mangiare con gusto quello che voi avrete preparato con grande cura e dedizione.Dopo 1 mese di pranzi a base di pappe abbiamo introdotto anche la cena e la merenda, riservando la coccola del seno solo alla notte (se decidete di continuare ad allattare dovrete mettere in conto almeno una sveglia notturna!) e alla colazione. Svezzamento e dintorni..consigli utili per le neomammePer sintetizzare a 8 mesi questo è il nostro piano alimentare:
COLAZIONE (ore 9) 👉 latte-di-mammaPRANZO (ore 12,30) 👉 200/250ml di brodo di verdura + 1 cucchiaio di verdura frullata + 3/4 cucchiai di farina precotta (semolino, crema multicereali) + 20g (peso da cotto) di carne bianca frullata + 1 cucchiaino di Parmigiano oltre 30 mesi + 1 cucchiaino di olio e.v.o.👉 50-60g di frutta di stagione grattugiata MERENDA (ore 16,30)👉100-125g di yogurt bianco bioCENA (ore 19,30)👉 300-350g di vellutata di verdura + 3 cucchiai di farina precotta (miglio, riso/mais/tapioca) + 40g di formaggio fresco (ricotta, caprino, quark) o 20g (peso da cotto) di pesce (trota, spigola, nasello, sogliola) + 1 cucchiaino di Parmigiano oltre 30 mesi + 1 cucchiaino di olio e.v.o.👉 50-60g di frutta di stagione grattugiataNOTTE (orario variabile)👉 latte-di-mamma
Queste indicazioni sono frutto di un lungo percorso fatto con il mio pediatra, i consigli della mia nutrizionista e le reazioni dell'apparato digestivo di mio figlio. Ad esempio la sera preferisco non dargli il glutine ed evitare la carne per agevolare la digestione; oppure a merenda ho tolto il latte-di-mamma perchè dopo era troppo sazio per la cena e me la rifiutava...e così via. Possono comunque essere una linea guida per i primi tempi finchè non prendete il ritmo e trovate la vostra routine.Svezzamento e dintorni..consigli utili per le neomammeOggi non vi darò ricette ma qualche indicazione per organizzare i pasti durante la settimana.Io cucino tutto un unico giorno della settimana e poi congelo già a porzioni per avere tutto pronto al momento del pasto.
1°step - preparare il brodo
Svezzamento e dintorni..consigli utili per le neomammePulire e pesare 600g di verdure bio di stagione (le mie indicazioni sono per la stagione invernale)1° settimana di svezzamento iniziare con patate, carote, sedano 2° settimana introdurre qualche foglia di finocchio3° settimana introdurre qualche fetta di zucca4° settimana introdurre un mazzetto di spinaci o qualche costa di bietola5° settimana aggiungere una manciata di lenticchie rosse decorticate o piselli spezzati precedentemente ammollati
Svezzamento e dintorni..consigli utili per le neomammeVersare nella pentola a pressione insieme a 2 litri di acqua oligominerale (residuo fisso 50-500mg/L). Cuocere per 20-25 minuti dal momento del fischio (in pentola normale calcolate il doppio del tempo).Filtrare il brodo e versarlo in bottigliette o barattoli da 250g circa. Far raffreddare a temperatura ambiente e poi congelare.
Svezzamento e dintorni..consigli utili per le neomammeEliminare la patata e frullare il resto delle verdure a crema. Riempire con la crema di verdure dei contenitori del ghiaccio e congelare. Una volta solidificati togliere dal contenitore e raccogliere in un sacchetto da freezer per alimenti.Calcolare un cubetto di verdura e una bottiglietta di brodo a pasto.Con queste dosi si soddisfa il fabbisogno di circa 8 giorni.Svezzamento e dintorni..consigli utili per le neomamme2°step - preparare la carneCuocere a vapore il pezzo di carne prescelta (io al momento ho introdotto solo pollo, tacchino e coniglio). Frullare e riempire i contenitori del ghiaccio. Congelare. Una volta solidificati togliere dal contenitore e raccogliere in un sacchetto da freezer per alimenti.Calcolare due cubetti di carne per pasto.Svezzamento e dintorni..consigli utili per le neomammePESCE e FORMAGGIO li utilizzo da crudi e li cuocio al momento, poi frullo con la pappa.
NOTE UTILI• Non amo utilizzare omogenizzati già pronti ma ammetto che ne ho messo qualcuno in casa per le emergenze. Mi raccomando di sceglierli bio e di ottima qualità (se volete indicazioni sulle marche, scrivetemi in privato). In quel caso se ne utilizza metà (40g) a pasto.• Durante il giorno gli propongo acqua oligominerale (residuo fisso 50-500mg/L) nel biberon e qualche volta la spremuta di arance (fatta in casa e filtrata) col cucchiaino.
• L'allattamento al seno è faticoso ma è sempre da preferire. Il latte aumenta con la stimolazione (più si attacca il bimbo e più se ne produce). La mamma deve bere tanto (fino a 3 litri al giorno in estate) e si può aiutare con tisane a base di galega, fieno greco, anice, cumino e finocchio (io me le facevo preparare in farmacia/erboristeria).
Spero che questo post sia risultato utile e prossimamente vi proporrò qualche ricetta adatta a questa fase della vita del vostro bambino.

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog