Magazine Politica Italia

Taglio spese inutili e no ai regali: lettera di Monti ai Ministeri

Creato il 09 febbraio 2012 da Paopasc @questdecisione

Taglio spese inutili e no ai regali: lettera di Monti ai Ministeri

Il Presidente del Consiglio Monti ha inviato una lettera a tutte le strutture che dipendono dalla Presidenza del Consiglio e dal Ministero dell'Economia, i due dicasteri che presiede.Si richiede massimo risparmio nelle spese evitando quelle inutili, come convegni, spese di rappresentanza o tutti quegli eventi considerati non indispensabili.Inoltre, invita a rispettare il codice etico, evitando di accettare regali sopra i 150 euro, che devono essere o ceduti all'Amministrazione o restituiti.Qui la lettera spedita da Monti e di seguito il comunicato sul sito del Governo.

Il Presidente del Consiglio, in considerazione della primaria esigenza di rispettare gli obiettivi di finanza pubblica, ha diramato istruzioni per assicurare l’economicità e l’efficienza nell’azione amministrativa a tutte le strutture che dipendono dal Ministero dell’Economia e delle Finanze e dalla Presidenza del Consiglio. Il fine è di assicurare non solo la puntuale e sicura osservanza dei limiti di spesa fissati dalle norme, ma anche di evitare spese non indispensabili o non ricollegabili in modo diretto ed immediato ai fini pubblici assegnati alle singole strutture amministrative, astenendosi dall’effettuare spese di rappresentanza, ed evitando di organizzare convegni, o altri eventi non strettamente indispensabili.Infine è stata ricordata l’esigenza di osservare scrupolosamente le disposizioni contenute nel codice etico di ciascuna amministrazione, con particolare riferimento a quelle relative al divieto di accettare regali e omaggi di qualsiasi natura di valore superiore a 150 euro,. tali da non poter essere interpretati, da un osservatore imparziale, come finalizzati ad acquisire vantaggi in modo improprio. In ogni caso, i regali di valore superiore devono essere restituiti, ovvero ceduti all’Amministrazione di appartenenza.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :