Magazine Cucina

Tartellette di cavolfiore con Fungo Bio e lo Show cooking di Marco Bianchi

Da Betta86boss @Elisabe75538027

Il post di oggi è dedicato all’evento di martedì 14 Ottobre: il fungo Bio presentato e cucinato da Marco Bianchi.

IMG_4901

Grazie alla collega foodblogger e Bloggallina Monica Chiocca, ho avuto la possibilità di vivere e degustare questo evento. Marco Bianchi cuoco per vocazione, scienziato di formazione, è divulgatore scientifico per la Fondazione Umberto Veronesi e, per l’occasione, ha presentato il mondo del Fungo Bio, prodotto da Hortoitalia.

IMG_4900
Un azienda che rispetta tutti i principi dell’agricoltura biologica che coccola questo alimento permettendogli di crescere sano e buono. E’ fondamentale ed importantissimo per noi consumatori leggere e comprendere appieno tutte le informazioni indicate sull’etichetta dei prodotti che acquistiamo. Questo aspetto lo sottovalutiamo molto, senza renderci conto di quello che mettiamo nei nostri carrelli e nelle noi nostri pasti. Dobbiamo prediligere prodotti italiani, coltivati rispettando tutte le regole necessarie ad ottenere un prodotto sano e di qualità. Il Fungo Bio è uno di questi alimenti: è coltivato in Italia, per l’esattezza in Emilia Romagna , secondo le regole dell’agricoltura biologica italiana. E’ un salubre alimento ricco di vitamine (D, C, B3, B, B12), potassio, magnesio , fosforo, selenio, fibre e di tutte quelle sostanze che contribuiscono a rafforzare il nostro sistema immunitario. E’ utile a contrastare le infiammazioni, le malattie cardiovascolari ed è un componente attivo contro i radicali liberi. Il vero, fresco e sano Fungo Bio, presenta un colore bianco, una consistenza compatta e delle lamelle dal caratteristico colore rosa. Proprio questi due colori, il bianco ed il rosa, sono stati scelti per rappresentare il logo del Fungo Bio Hortoitalia.
_MG_6463
  E’ importante capire e conoscere le origini di questi alimenti, in modo da essere consapevoli dei prodotti che stiamo acquistando e che andremo a consumare. Ma adesso, arriviamo alla parte golosa….lo show coocking di Marco Bianchi!! Lo schef scienziato ha presentato 4 ricette sane, golosissime, con ingrediente basilare il Fungo Bio: Baci di Prataiolo con Caprino ed Erba cipollina Pasta al forno con funghi, broccoli e salsa di ricotta e funghi Vellutata di zucca con trifola ed alloro Crostini di pane di segale con prataiolo grigliato e concentrato di pomodoro
IMG_4947
Tutte ricette semplicissime, alla portata di tutti. (altre ricette con protagonista il Fungo Bio sono qui) Tra le tantissime informazioni divulgate da Marco Bianchi, una, in particolare, ha attirato la mia attenzione: una corretta e sana alimentazione, oltre che prevedere come base il consumo di acqua, necessita di frutta e verdura per circa 900 gr al giorno.

IMG_4910

Questo dato mi ha fatto molto riflettere ponendo in rilievo il fatto che , a causa della mio stile di vita, faccio un esiguo consumo di queste due tipologie di alimenti. Desiderosa di migliorare la mia alimentazione, ho deciso di fare un piccolo passo migliorativo: ho creato una ricetta ricca di verdure che include anche il Fungo Bio. Ho creato delle tartellette salate.….niente pasta lievitata, niente pasta sfoglia e niente pasta brisé, ma solo un semplice e sana base creata utilizzando il cavolfiore tritato. (ovviamente io no ho inventato niente….ho preso spunto da un libro che, piano piano, sta entrando nella mia cucina e nei miei piatti: The Green Kitchen). Il ripieno è a base di formaggio spalmabile e Fungo Bio.

DSC_0207
Ecco la mia ricetta per realizzare 6 Tartellette: Per la base:

  • 1/2 cavolfiore
  • 80 gr di farina di mandorle
  • 1 cucchiaio di origano secco
  • 1 uovo
  • Sale
  • Pepe

Per il ripieno:

  • 100 gr di formaggio spalmabile
  • 10 Funghi Bio
  • Sale
  • Pepe
  • Basilico secco
  • Olio evo
  • 1 tuorlo

Tagliare le cimette del cavolfiore e tritarle nel mixer fino ad ottenere un composto granuloso simile al riso. Disporre il composto in una bacinella ed aggiungere la farina di mandorle, il sale, il pepe, l’origano e l’uovo. Amalgamare bene tutti gli ingredienti utilizzando le mani. Il composto dovrà diventare compatto ma appiccicoso. Ricoprire gli stampi delle tartellette con della carta forno. Trasferire il cavolfiore negli stampi e, con le mani, appiattire il centro (che ospiterà il ripieno) e creare dei bordi alti. Disporre le tartellette nel forno già caldo a 200°C per circa 25/30 minuti o fino a quando i bordi inizieranno a dorarsi. Nel frattempo, preparare il ripieno. Mettere a scaldare una padella con un fino di olio. Aggiungere i fughi bio tagliati a fette. Aggiungere un paio di cucchiai di acqua, il sale, il pepe ed il basilico e fare cuocere per circa 5/6 minuti. A fine cottura, frullare i funghi ed aggiungere il formaggio spalmabile. Aggiungere il tuorlo e regolare di sale o pepe se necessario. Estratte le tartellette dal forno ed aggiungere al loro centro la crema di formaggio e funghi. Disporre le tartine ancora in forno per altri 10 minuti. Gustare le tartellette tiepide.

DSC_0194
Enjoy your tartellette with Fungo Bio ;-)



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines