Magazine Bellezza

Tatuaggi portafortuna: significati e idee a cui ispirarsi

Creato il 20 marzo 2018 da Redazioneyg

Tatuaggi portafortunaQuadrifoglio, geco, civetta o ferro di cavallo. Scopriamo insieme i tatuaggi portafortuna più gettonati e di tendenza.

Solitamente la scelta di un tatuaggio parte dal soggetto o dal significato simbolico. Deve poterci rappresentare in qualche modo e appartenerci.

Inutile dire che per ciascuno di noi esistono numeri, lettere, soggetti o persino intere frasi che, oltre ad avere un significato profondo, sono legati a ciò che riteniamo ci porti fortuna e che allontani ogni genere di negatività.

La tradizione popolare dei tattoo portafortuna

I tatuaggi sono un segno indelebile sulla pelle che raccontano la nostra storia. Nella tradizione popolare dei vari paesi del mondo esistono tutta una serie di disegni che per via di leggende, cultura, o semplicemente per motivi scaramantici, vengono definiti dei portafortuna.

Se volete farvi un tatuaggio portafortuna, ma non avete le idee chiare su quali possano essere i soggetti più di tendenza e i loro significati, in questo articolo trovate alcuni dei più popolari e significativi.

Tatuaggi portafortuna significato e idee

Il ferro di cavallo è considerato un amuleto portafortuna fin dall’antichità. Questo tatuaggio attira protezione, ricchezze ed eventi positivi. Se associato ai dadi rappresenta la fortuna nel gioco invece se associato ad un cuore rappresenta la fortuna in amore.

L’elefante, in particolare quello Ganesha, risale alle tradizioni delle tribù indù ed è considerato un porta fortuna che elimina gli ostacoli che presenta la vita e dona prosperità. Tatuarselo sulla pelle è considerato di buon auspicio per sviluppare saggezza e per superare ogni difficoltà.

Tra i tattoo portafortuna più diffusi c’è il quadrifoglio che viene considerato un porta fortuna perché raro da trovare e simbolicamente legato all’abbondanza. Per i Druidi rappresentava un talismano contro gli spiriti maligni. Ogni foglia delinea una fortuna diversa: l’amore, la speranza, la fede e la fortuna.

Il Geco invece, presso le culture aborigene, viene considerato da sempre come un animale sacro da rispettare. Come tutte le lucertole ha la capacita di farsi ricrescere la coda nel caso in cui la dovesse perdere e quindi di “rigenerarsi”. È proprio grazie a questa sua capacità che per la cultura popolare rappresenta un vero e proprio simbolo della rinascita e dell’adattamento.

La civetta è un altro animale considerato portafortuna perché indica saggezza e controllo. Nell’antica Grecia era l’animale al fianco della dea Atena, la dea della saggezza, e questo l’ha portato ad essere considerato un animale sacro. Come per Ganesha, il tattoo portafortuna della civetta è portatore di saggezza, soprattutto nelle scelte difficili della vita.

Tatuaggio Mano di Fatima: significato e tendenza

La Mano di Fatima, chiamata anche Hamsa o Khamsa, è un portafortuna arabo considerato un amuleto contro il malocchio e la sfortuna in generale. Ha origini religiose e indica autocontrollo e serietà. Il simbolo dovrebbe essere posizionato con le dita verso il basso ma, nella versione ebrea, il simbolo può avere a volte le dita rivolte verso l’alto.

In molte culture la Mano di Fatima viene regalata anche come portafortuna o come simbolo di Dio, infatti le decorazioni dell’amuleto spesso hanno al centro un occhio che indica che il proprio Dio veglia su di loro.

La mano di Fatima, chiamata anche mano di Miriam fu anche un simbolo di libertà per molte persone di religione musulmana. La tradizione narra di una donna, Fatima, che assistette al ritorno dell’amato marito con una concubina. Scioccata dal vedere il marito insieme a un’altra donna, Fatima mise per sbaglio la mano nell’acqua bollente, senza però sentirne il dolore perché quello che sentiva al cuore era molto più forte.

La storia finì bene, perché il marito di Fatima capì quanto lei soffrisse per l’arrivo di una nuova moglie e vi rinunciò. È per questo che indossare o avere un tatuaggio della mano di Fatima significa avere in dono pazienza, gioia, fortuna e autocontrollo.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog