Magazine Cucina

|⇨ Tenagaebi Tartare

Da Piac3r
Tenagaebi Tartare

Il delizioso Tenagaebi Tartare è il caratteristico antipasto che abbiamo scelto per aprire il nostro consueto appuntamento settimanale con la nostra rubrica la cucina dal mondo, volta a scoprire i piatti migliori delle varie culture gastronomiche sparse per il mondo.


Il particolare Tenagaebi Tartare è uno squisito primo antipasto appartenente alla cultura e tradizione gastronomica giapponese.

Questo caratteristico primo piatto è realizzato con ingredienti semplici ed abbastanza comuni anche alle nostre latitudine, questo fa sì che anche da noi possa essere realizzato senza troppi problemi. Scopriamo cosa serve e cosa fare per poter preparare alla perfezione l’invitante Tenagaebi Tartare.

Ingredienti per 4 persone:

PER LA TARTARE:

– 240 gr di scamponi della Sardegna
– pesto di shiso (composto da shiso sale e olio extravergine d’oliva)
– salsa al passion fruit

PER LA SALSA AL PASSION FRUIT:

– 100 ml di succo di passion fruit
– 50 ml di brodo giapponese dashi
– 50 ml di mirin
– 50 ml di emulsione di olio di arachidi e olio extra vergine di oliva
– un pizzico di sale rosso
– buccia di Yuzu grattugiata a piacere
– 1 g e mezzo di peperoncino fresco

PER GUARNIRE:

– pesto di sesamo nero (composto da semi di sesamo nero salsa di soia un pizzico di zucchero e sake)

Procedimento:

Iniziate dalla salsa al passion fruit: mescolate e frullate tutti gli ingredienti (succo di passion fruit, brodo dashi, mirin, emulsione di olii, peperoncino e yuzu). Il brodo giapponese dashi si trova già pronto, se volete farlo a casa si compone di acqua, alga kombu e katsuobushi da far bollire assieme in una pentola come per un normale brodo. La salsa mirin è una salsa giapponese a base di sake e si trova in vendita, invece lo yuzu è un agrume giapponese molto aromatico, tipo mandarino. Pulite gli scampi e tritateli a tartare con un coltello ben affilato. In una terrina ampia, posizionate al centro la tartare e guarnitela con il pesto di shiso. Lo shiso è una pianta aromatica giapponese che in Italia è conosciuta con il nome di basilico giapponese: il pesto è fatto con sale e olio extravergine frullati assieme. Salate con il sale rosso (l’ideale sarebbe utilizzare il sale di fiori di ciliegio giapponese). Versate sul fondo del piatto la salsa al passion fruit e guarnite a piacere con gocce di pesto di sesamo nero (composto da semi di sesamo nero, salsa di soia, un pizzico di zucchero, sake), riccioli di carote miste e, se lo desiderate, fiori eduli.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines